Un software contro la povertà globale

Statistics Norway, l’agenzia centrale di statistica della Norvegia, sta sviluppando un programma innovativo a favore dei Paesi in via di sviluppo.

Attraverso l’uso del software analitico SAS e il supporto degli esperti dell’agenzia norvegese, alcuni Paesi potranno analizzare dati e fare statistiche sul loro stato di povertà.

I risultati serviranno per il censimento mondiale del 2010 relativo a popolazioni e abitazioni. Il software, inoltre, genererà documentazione utili alla Banca Mondiale, al Fondo Monetario Internazionale e alle Nazioni Unite.

Il software, in particolare, mette in evidenza quanto le politiche attuate o in programma abbiano un reale impatto positivo per la popolazione di questi Paesi. Ad esempio se la mortalità diminuisce grazie a investimenti nella prevenzione sanitaria; se un maggior numero di bambini frequenta la scuola quando c’è un aumento di insegnanti preparati o se c’è un decremento di persone che muoiono di fame in base alla realizzazione di progetti agricoli.

Cinque Paesi – Eritrea, Uganda, Albania, Malawi e Moldavia – hanno recentemente ricevuto il software e stanno lavorando con uno staff di Statistics Norway che opera sul posto per analizzare le informazioni necessarie a soddisfare le esigenze.

Utilizzando il software SAS, questi Paesi possono identificare i bisogni delle loro popolazioni e divulgare le informazioni a specifiche amministrazioni, pubbliche e private, oltre che a organizzazioni no-profit. Il software funziona su computer con desktop standard e offre un numero di funzionalità rilevanti, che includono mappature della povertà, contabilità nazionale, audit trail e altre funzionalità.

“Le analisi statistiche costituiscono una base fondamentale per i governi dei Paesi in via di sviluppo per monitorare e gestire l’economia. Un imperativo per un’efficiente allocazione delle risorse e per prendere decisioni nel settore pubblico e privato”, ha spiegato Dag Roll-Hansen, Senior Adviser, Divisione per la Cooperazione allo Sviluppo di Statistics Norway.

Leggi anche:  Costruire una cultura aziendale basata sui dati

“Le analisi statistiche rivelano differenze e cambiamenti nelle condizioni di vita, migliorando le condizioni dei poveri. Si fondano su una politica trasparente basata sull’evidenza ottenuta stabilendo una base fattiva per un dibattito pubblico sui media e all’interno degli organi nazionali decisionali”.