Virus “Kamasutra”: la crescente minaccia in rete

Il nuovo virus identificato da Cyberoam nel suo ultimo report sulle minacce della Rete

Cyberoam, azienda leader nelle soluzioni di sicurezza per le aziende, annuncia i risultati del report relativo alle minacce della rete del quarto trimestre 2010, realizzato in collaborazione con Commtouch. A corredo dell’indagine, Cyberoam mette in guardia gli internauti su un pericoloso attacco da parte del virus “Kamasutra”, che si sta diffondendo in maniera crescente in rete e che induce a scaricare un documento Power Point raffigurante le posizioni del Kamasutra allo scopo di infettare i PC degli utenti.

Secondo svariati attacchi documentati e analizzati, il virus viene inviato sotto forma di file PPT/PPS scaricabile attraverso un link. Cliccando sulla presentazione l’utente è abilitato a visualizzare alcuni posizioni del Kamasutra e, una volta avviato il download, il codice malevolo presente ormai nel PC fornisce agli hacker un accesso al dispositivo dell’utente.

“Questo virus è uno dei più pericolosi attacchi registrati negli ultimi anni, in quanto una volta che il virus ha infettato il computer è molto difficile rimuoverlo” ha affermato Abhilash Sonwane, VP-Product Management di Cyberoam. “Attraverso questo attacco gli hacker hanno accesso diretto ai file personali, sono in grado di attivare una serie di task non richiesti e di spiare le quotidiane attività online dell’utente colpito.

E’ per questo fondamentale dotarsi di sistemi di prevenzione e controllo all’avanguardia come quelli di Cyberoam che garantiscano agli utenti, e in particolare alle aziende, di non incorrere in pericolosi rischi per l’intero sistema IT dovuti magari ad un banale clic” ha aggiunto Massimo Grillo, CEO e General Manager di Horus Informatica, distributore delle soluzioni Cyberoam per l’Italia.

Leggi anche:  Affidarsi all'intelligence per combattere gli attacchi informatici

“Il nostro consiglio è di prestare molta attenzione a quello che si clicca con il mouse e di non scaricare nessun file proveniente da fonti non sicure, sia italiane che internazionali. Inoltre, è importante aggiornare sempre i propri sistemi antivirus e abilitare in tempo reale la modalità di protezione”.

In generale il report delle minacce della rete ha evidenziato poi che nel quarto trimestre si è verificata una diffusa diminuzione del livello di spam, fino ad arrivare al 74% nel mese di dicembre, fatto che può essere attribuito alla chiusura di Spamit, una delle maggiori organizzazioni attive nello spam di carattere farmaceutico. Il livello di spam ha però iniziato nuovamente a crescere raggiungendo l’83% alla fine del trimestre, mantenendosi comunque il 5% al di sotto dei livelli di Q3.

I momenti che hanno visto principalmente crescere il livello di spam in questo trimestre sono stati le festività natalizie in generale e la festa del ringraziamento negli Stati Uniti. Inoltre, Cyberoam ha registrato una serie di attacchi malware avvenuti attraverso false cartoline di auguri di Hallmark che hanno sfruttato una serie di vulnerabilità di RealPlayer, JAVA, Flash Player e Adobe Reader. Nella classifica dei Paesi più “maligni” l’India si riconferma al primo posto nella produzione di zombie con un incremento del 3%.