AIRC e SAS insieme nella ricerca contro il cancro

Da oggi l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) utilizza SAS per la gestione delle sue campagne associative, avendo individuato in una sua applicazione per la gestione delle campagne di marketing lo strumento più sofisticato per definire i target più idonei a cui indirizzare le comunicazioni per la raccolta fondi.

Questa applicazione, generosamente donata da SAS ad AIRC, è particolarmente importante: infatti, l’Associazione si basa sulle quote associative e sul loro rinnovo nel tempo. Basti pensare che i soci attivi sollecitati dalle campagne di direct mailing e coinvolti nelle iniziative sul territorio sono 1 milione e 800 mila e che nel database di AIRC sono presenti oltre 11 milioni di nominativi.

La duttilità dello strumento permette ad AIRC di essere più efficiente nelle analisi della propensione al rinnovo, evitando sprechi, in un momento in cui le tariffe postali hanno subito un elevato incremento. Si tratta di un’applicazione estremamente innovativa, per AIRC ma anche per tutto il mondo del no profit, in quanto fino a oggi è stata usata esclusivamente dalle grandi aziende.

“Uno degli obiettivi statutari di AIRC è quello di offrire ai nostri soci e sostenitori una costante e rigorosa informazione sui progressi prodotti dalla ricerca oncologica nel campo della prevenzione, diagnosi e cura del cancro. L’applicazione che ci è stata donata da SAS – ha dichiarato Niccolò Contucci, Direttore generale AIRC – ci permetterà, già a partire dal Giugno 2011, di ottimizzare l’entità delle spedizioni dei materiali d’informazione dei soci, evitando gli errori più comuni causati dai sistemi meno sofisticati nella estrazione degli indirizzi”.

“La ricerca scientifica è sinonimo di innovazione e progresso. E’ per questo motivo che SAS offre un contributo concreto ad AIRC, creando allo stesso tempo valore al Sistema Paese – ha dichiarato Marco Icardi, Country Manager di SAS Italia. Questa collaborazione ci permette di donare soluzioni e tecnologie innovative per facilitare l’importantissima e costante missione dell’Associazione nei confronti della ricerca contro il cancro”.

Leggi anche:  Crisi d’impresa, punto a capo. Il CFO sempre più digital