Symantec commenta la nascita del cyber-ministro

Giancarlo Marengo, Country Manager di Symantec Italia, commenta la notizia della proposta, presentata dal Commissario Europeo delle telecomunicazioni e nuove tecnologie Viviane Reding, di creare a livello europeo un “Mister Sicurezza”, una figura che si occupi della difesa dei Paesi europei in caso di attacchi cybernetici: “È un bene che anche ai più alti vertici della politica europea entri il tema della sicurezza informatica.” ha affermato Marengo. “Quella del cyber ministro è una previsione che fa ben comprendere come il rischio di minacce informatiche sia diventato così importante da non poter essere ignorato da un’istituzione importante come il Commissariato Europeo delle Comunicazioni.”

“Da tempo in Symantec”, prosegue Marengo, “monitoriamo in maniera costante l’escalation delle minacce informatiche diffondendo analisi puntuali attraverso l’Internet Security Threat Report, rilasciato ogni anno. La recente consapevolezza politica fa ben sperare circa un’efficace azione contro questo fenomeno, che da parte nostra già contribuiamo a contrastare mettendo spesso la nostra esperienza e competenza al servizio delle autorità nazionali preposte a combatterlo.”

Symantec, inoltre, grazie ad un finanziamento ottenuto proprio dalla Commissione Europea, sta portando avanti un programma di ricerca collaborativa nell’ambito delle minacce Internet. Il progetto di durata triennale, WOMBAT, ha l’obiettivo di mettere a punto nuovi mezzi per analizzare e comprendere le minacce presenti e future che minano l’economia e gli utenti della Rete.

Leggi anche:  Con Corvallis, l’innovazione nella PA è possibile