Eni ed Enel si accordano per lo sviluppo della mobilità elettrica

Le due aziende hanno stretto una partnership per diffondere nel Paese le colonnine di ricarica rapida

Grazie alla partnership commerciale e logistica stretta da Eni ed Enel, le colonnine di ricarica rapida realizzate da quest’ultima in collaborazione con Renault saranno poste in diversi punti strategici d’Italia per “uno sviluppo ordinato e sostenibile” della mobilità elettrica. “L’energia elettrica – ha spiegato l’AD di Enel Fulvio Conti – applicata ai motori delle macchine è un concetto antico ma che sta tornando d’attualità. L’idea è quella che in 15-20 minuti, il tempo di prendersi un caffè, l’automobilista possa ricaricare la vettura”.

Diffusione della rete elettrica

L’obiettivo per quest’anno è di ampliare la disponibilità dei punti di ricarica per la propria auto elettrica. Per l’anno successivo si pensa invece di portare il sistema di ricarica rapida nelle Eni Station, come la sede direzionale di San Donato Milanese e la sede della Divisione Refining & Marketing in via Laurentina, a Roma. L’idea è che la possibilità di fare il pieno di elettricità anche dal benzinaio, unita agli incentivi statali per le auto ecostenibili, possa spingere una più ampia fetta della popolazione ad acquistare auto elettriche. 

Leggi anche:  Responsa entra a far parte di Gruppo Euris