Hannspad, la recensione del tablet di Hannspree [video]

L’azienda di Tapei sforna la versione rinnovata del suo tablet. Schermo ottimo ma specifiche al di sotto della media

La versione 2013-2014 dell’Hannspad di Hannspree si presenta in una veste nuova, sia nel design che nelle specifiche tecniche. A fronte di una maggiore portabilità, grazie allo spessore ridotto, sono stati fatti degli aggiornamenti tecnici eivdenti, seppur non in grado di piazzare il device nella fascia medio-alta del mercato. Prima di tutto il processore che diventa un ARM Cortex A5 Quad Core CPU da 1.2 GHz, ottimo per le operazioni basiche, meno per quelle più “dispendiose” come i giochi in 3D e i video in alta risoluzione. La RAM, da soli 1GB RAM, non aiuta di certo l’ecosistema generale che non è in grado, per ovvie ragioni, di posizionarsi nei ranghi alti degli scaffali di elettronica; e forse l’obiettivo di Hannspree non era nemmeno questo.

 

 

Perchè acquistarlo

Tra i molti tablet Android in circolazione “anonimi”, questo Hannspad rappresenta di certo un acquisto “sicuro”. Chi lo compra porta a casa un dispositivo di un’azienda che ha sempre prodotto televisori e LCD (non a caso la componente migliore del tablet è proprio lo schermo), e che rappresenta comunque un marchio conosciuto a livello mondiale. Tra cineserie e simili, chi non pretende troppo da una tavoletta Android troverà nell’Hannspad il compagno ideale, soprattutto nei recenti, grigi, pomeriggi di fine inverno.

>> Guarda altre video prove su TechVideo.tv

Leggi anche:  Samsung ha un brevetto per gli occhiali smart