Jaspersoft ottimizza la gestione del parco veicoli di LeasePlan

LeasePlan, un Gruppo internazionale di noleggio veicoli operante in 30 Paesi diversi nella gestione delle flotte aziendali, ottimizza la produzione e la gestione dei report grazie al software di business intelligence open source e al progetto implementato da iTHAN

Jaspersoft, l’intelligence nelle app e nei processi di business, ha annunciato che LeasePlan Italia, filiale nazionale del Gruppo LeasePlan, un gruppo internazionale attivo nella gestione di flotte aziendali di autoveicoli, ha scelto la soluzione di Jaspersoft per tenere sotto controllo la profittabilità del proprio business.

Il fuoco principale dell’attività di tutte le aziende attive in questo particolare periodo storico è l’efficienza e l’efficacia delle azioni di business, che devono portare alla profittabilità delle operazioni. Per raggiungere questi obiettivi, LeasePlan ha deciso di concentrarsi soprattutto sull’ottimizzazione dei processi, partendo dalla raccolta e dall’analisi dei dati prodotti durante la propria attività quotidiana. Su queste premesse, è nato un progetto realizzato in collaborazione con iTHAN, società di consulenza che ha aiutato LeasePlan a partire dall’analisi di profittabilità.

Inizialmente sono state collezionate informazioni sui costi chilometrici del parco automezzi a noleggio, realizzando una valutazione che normalmente richiedeva varie settimane di lavoro da parte di personale esperto su strumenti di produttività individuale quali Access ed Excel. Questo processo comportava la possibilità di introdurre errori e non disporre alla fine di dati completamente affidabili. Così, è stato deciso di automatizzare la fase di analisi e armonizzare e unificare la reportistica aziendale, con l’obiettivo di ridurre tempi e costi di produzione di report a livello aziendale per decisori e manager.

La soluzione e i vantaggi

iTHAN ha proposto a LeasePlan una soluzione basata su Jaspersoft Business Intelligence Suite, con le accluse funzionalità di data warehousing, quali analisi OLAP, reporting e integrazione dati. In particolare, in questa fase sono stati utilizzati JasperServer, JasperReports e iReport, cone diversi vantaggi, quali:

Leggi anche:  Crisi d’impresa, punto a capo. Il CFO sempre più digital

• riduzione dei tempi necessari per le analisi di costo del parco autoveicoli (oggi svolte in automatico tutte le settimane in mezz’ora e con massima affidabilità);

• produzione di report aziendali in tempi ridotti e produzione di un numero maggiore di report, in linea con le esigenze degli utenti;

• realizzazione di report veloci legati a obiettivi commerciali dell’azienda e destinati al management.

Recentemente LeasePlan, grazie al successo del progetto sviluppato da iTHAN, ha deciso di implementare la soluzione Jaspersoft Enterprise Edition, che include, oltre alle funzioni della Professional Edition, anche analisi OLAP ad hoc, multi-tenancy incorporato per il deployment di soluzioni SaaS e audit-logging, per tracciare audit o analisi delle prestazioni.

La soluzione realizzata da iTHAN presso LeasePlan si basa su di un sistema AS/400, dove risiede il sistema transazionale NOLS/X e la relativa base dati, cui si affianca un server dove sono installate le diverse componenti della soluzione, tra cui Jaspersoft Business Intelligence Suite. Inoltre, fa parte dell’architettura informatica LeasePlan anche un server su cui è installato il database Oracle per la memorizzazione dei dati dei Datamart e Datastage.

JasperServer è stato installato in modo personalizzato, secondo le esigenze di LeadePlan, da personale iTHAN, per garantirne le prestazioni su piattaforma virtuale e implementato su Oracle GlassFish, la prima implementazione della piattaforma Java Enterprise Edition 6. Il database di repository è stato installato su un database server Oracle 11g.

Report in mobilità con iJasper Mobile

LeasePlan Corporation aveva dato come obiettivo alla struttura ICT di tutte le consociate (e quindi anche di quella italiana) quello di portare la propria infrastruttura in mobilità. iTHAN ha così realizzato una soluzione che rende disponibili le funzioni di reporting Jaspersoft anche su smartphone: iJasper Mobile.

Leggi anche:  E se il Design Sprint fosse il nuovo asso nella manica? Come risolvere grandi problemi e testare nuove idee

“La piattaforma di API pubbliche fornite da Jaspersoft consente una perfetta integrazione della struttura in architetture diverse”, spiega Fernando Paglione, Partrner di iTHAN. Sfruttando il layer di web service messo a disposizione dalla piattaforma Jaspersoft, iTHAN ha scritto un’applicazione nativa per sistemi operativi iOS (iPhone) e BlackBerry, in grado di interagire in mobilità con il server JasperServer.

“Grazie a iJasper Mobile”, commenta Fabio Saiu, ICT Director di LeasePlan “potremo disporre delle nostre relazioni, dei grafici e di tutte le statistiche di JasperServer direttamente su uno smartphone”.

“Il progetto LeasePlan è stato emblematico dell’efficacia della collaborazione con i nostri partner italiani”, aggiunge Luca Zurlo, Country Manager Italia e Spagna di Jaspersoft. “Grazie a questo genere di partnership ci aspettiamo di essere in grado di offrire soluzioni sempre più efficaci e pronte a rispondere al meglio alle esigenze dei clienti, come nel caso di LeasePlan, dove siamo riusciti a dimostrare la capacità della nostra soluzione di BI di raccogliere dati da sorgenti estremamente disparate, uniformandoli e rendendo disponibili le informazioni risultanti mediante un’interfaccia accattivante, moderna, potente e di facile utilizzo”.

Oggi grazie alla soluzione Jaspersoft implementata da iTHAN, LeasePlan Italia può ottenere report e analisi in modo più veloce e più semplice, oltre che ripetibile e quindi più affidabile e automatico, garantendo quindi la qualità dei dati ottenuti e la solidità delle decisioni di business prese dal management basandosi su di essi.

Inoltre, la soluzione ha già attirato l’interesse di altre consociate del Gruppo LeadePlan. Conclude infatti Fabio Saiu: “La soluzione è per ora attiva solo in Italia, ma ci sono già state dimostrazioni di interesse da parte di altre consociate all’estero, espresse da ICT manager nel corso delle nostre periodiche riunioni internazionali”.

Leggi anche:  Verso la new digital economy. Quale architettura per la trasformazione digitale?