La piattaforma FortiGate di Fortinet premiata da Info-Tech Research Group

La piattaforma FortiGate di Fortinet premiata da Info-Tech Research Group
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Valutazione basata su quota di mercato, diffusione  e copertura della piattaforma

Fortinet ha annunciato che la piattaforma Fortinet FortiGate  ha ricevuto i riconoscimenti “Champion” e “Best Overall Value” di Info-Tech Research Group per la categoria Next Generation Firewall (NGFW).

I riconoscimenti, pubblicati nel report “Vendor Landscape: Next Generation Firewalls” 2012 di Info-Tech Research Group, si basano su quota di mercato, diffusione e copertura fornita dalla piattaforma. Info-Tech Research Group ha valutato dieci piattaforme concorrenti nel mercato NGFW, e Fortinet è stato l’unico vendor a ricevere due riconoscimenti.

“I vincitori devono ricevere punteggi elevati per la maggior parte dei criteri di valutazione e offrire il massimo valore. Hanno una notevole presenza sul mercato e solitamente impongono trend nel settore”, ha commentato Jessica Ireland, Research Analyst di Info-Tech Research Group.

Oltre a ricevere il riconoscimento “Champion”, Fortinet ha totalizzato un “Value Score” del 100% . Per ogni vendor questo criterio indicizza l’offerta di prodotti e la forza commerciale in relazione al livello di prezzi.

“Fortinet ha registrato il punteggio Value Score di Info-Tech più alto del gruppo di fornitori esaminati”, ha continuato Ireland.

Con FortiOS 5, Fortinet ha migliorato la propria funzionalità NGFW nell’intera linea di prodotti UTM (Unified Threat Management), focalizzata  in particolare su tre specifiche capacità:

– Maggiore controllo con criteri definiti per rete, utente e dispositivo;

– Maggiore sicurezza con rilevamento delle minacce integrato, in linea e basato su cloud, mediante ispezione di contenuti e comportamenti per un rilevamento avanzato delle minacce

– Prestazioni avanzate per ogni ambiente del cliente

Maggiore controllo con policy definite per rete, utente e dispositivo

Le policy  dei firewall utilizzano solitamente informazioni di base, come l’indirizzo di “Origine” e di “Destinazione” nonché il numero di porta. FortiOS 5 ha migliorato sensibilmente la capacità di un’azienda di applicare policy includendovi anche le identità di “Utente” e “Origine”. Un utente può essere identificato attraverso vari metodi di autenticazione, tra cui il Single Sign On. Il computer o il dispositivo mobile di quell’utente può essere riconosciuto tramite un metodo senza agente o basato su agente. Senza agente indica il riconoscimento basato sulla classificazione del dispositivo, indirizzo MAC e impronta del sistema operativo, mentre basato su agente indica il riconoscimento tramite un client di sicurezza endpoint quale FortiClient.

Leggi anche:  TIM: Pietro Scott Jovane nuovo Chief Commercial Officer

Maggiore sicurezza con rilevamento delle minacce mediante ispezione di contenuti e comportamenti per un rilevamento avanzato delle minacce

L’ispezione dei contenuti attraverso scansioni antimalware e IPS (Intrusion Prevention System) offre una base per la sicurezza, che facilita il rilevamento delle attuali minacce APT (Advanced Persistent Threat) rivolte alle reti aziendali e governative. FortiOS 5 aggiunge una funzionalità di verifica della botnet  reputation basata su cloud, che offre aggiornamenti in tempo reale alla capacità del dispositivo FortiGate di bloccare la comunicazione del botnet in uscita, migliorando i sistemi di controllo e filtro dei contenuti Web esistenti. L’ispezione dei comportamenti del traffico, tramite una nuova tecnologia di rilevamento basata su caratteristiche e comportamenti, consente di identificare l’intrusione di malware zero day o a basso volume che altri firewall non rilevano, mentre un processo di invio basato su cloud assicura la rapidità degli aggiornamenti di protezione.

Prestazioni avanzate per ogni ambiente

Gli ambienti di rete dei clienti, inclusi data center, campus, uffici remoti e piccole imprese sono sottoposti a enormi pressioni per ottenere requisiti apparentemente incompatibili: maggiori prestazioni e aumento della sicurezza. Fortinet soddisfa questi due criteri essenziali utilizzando una tecnologia di processore specifica per ottenere performance e protezione senza precedenti, a prezzi eccezionali per qualsiasi segmento di mercato. Questi processori eliminano i colli di bottiglia prestazionali che caratterizzano altri firewall, consentendo ai dispositivi FortiGate di offrire funzioni di rilevamento delle minacce all’avanguardia anche in ambienti ad alte prestazioni e con volumi elevati. I “Content Processor” di Fortinet offrono ispezione dei contenuti ad altissima velocità per IPS e antimalware, mentre i “Network Processor” dell’azienda velocizzano le operazioni di rete, ad esempio firewall o VPN. Per i dispositivi di aziende distribuite, PMI e uffici remoti, Fortinet ha progettato una nuova versione del proprio System-on-a-Chip (SOC), che incorpora più funzionalità di elaborazione in un’unica struttura economica e in grado di assicurare il miglior rapporto prezzo-prestazioni della propria classe.

Leggi anche:  Altea Federation, 25 anni di innovazione diretta al futuro

“Fortinet ha dato vita al mercato UTM 12 anni fa e da allora ha mantenuto una posizione di leadership grazie alla capacità di introdurre rapidamente innovazioni per contrastare le più recenti sfide alla sicurezza di rete. L’ultima versione del nostro sistema operativo FortiOS 5, che migliora le funzionalità NGFW in ogni dispositivo FortiGate, rappresenta un eccellente esempio della nostra continua innovazione”, ha commentato Ken Xie, fondatore e CEO di Fortinet. “Inoltre, grazie ai nostri progressi tecnologici, siamo in grado di offrire ai nostri clienti una migliore gestione della sicurezza e il miglioramento delle prestazioni di rete, riducendo nel contempo il TCO e semplificando la loro rete”. 


  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share
Categorie: Mercato
Tags: Fortinet