Ecco l’almanacco dei Virus 2009

Ecco l’almanacco dei Virus 2009
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Come ormai da tradizione, i Laboratori di Panda Security – the Cloud Security Company – ha pubblicato il suo speciale Almanacco dei Virus 2009, esaminando i codici maligni apparsi nei 12 mesi dello scorso anno e analizzando quelli che si sono contraddistinti per un motivo o per l’altro.

Piuttosto che una vera e propria classifica dei più diffusi e famosi, Panda Security ha selezionato quelli che, sia per il loro utilizzo della social engineering che per il loro effetto visibile sui computer, si sono maggiormente distinti nel corso dell’anno.

Per questa ragione, molti dei codici maligni più noti (come Koobface) sono assenti.

Ecco, dunque, i virus che crediamo sia necessario ricordare:

– “Il peggior mal di testa”. Non ci sono dubbi che Conficker.C sia stato il virus più odiato negli ultimi 12 mesi. La sua prima apparizione è stata registrata il 31 dicembre 2008, e ha trascorso l’intero anno a causare gravi infezioni sia ai dispositivi aziendali che quelli di casa.

– “Harry Potter dei virus”. Sebbene non ci sia connessione con il magico personaggio, è sicuramente mistico il messaggio visualizzato con Samal.A. Quando il computer viene colpito, appare l’avviso: ““Ah ah you didn’t say the magic word”, mentre il cursore lampeggia in attesa dell’inserimento della parola. In verità non importa quale termine venga digitato, poiché dopo tre tentativi, comparirà la frase “Samael has come. This the end” e il computer verrà riavviato in automatico.

– “V per Vendetta”. Non sappiamo ancora quale sia il reale bersaglio di questa vendetta, ma DirDel.A creerà ripercussioni sui dispositivi infettati, sostituendo progressivamente tutte le cartelle in directory differenti con copie di queste. Il worm è contenuto in un file chiamato Vendetta.exe con una tipica icona Windows.

– “Un volo seccante”. Il Trojan Sinowal.VZR ha colpito migliaia di computer sfruttando la parvenza di biglietti aerei presumibilmente acquistati dagli utilizzatori.

– “Un virus tuttofare”. Stiamo parlando di Whizz.A. Una volta infettato, il computer inizierà ad emettere una serie di beep, il puntatore del mouse si muoverà in maniera incontrollata per tutto lo schermo, il carrello CD/DVD inizierà ad aprirsi e chiudersi mentre lo schermo si “decorerà” di barre come quelle illustrate nella foto.

– “Il ficcanaso”. Waledac.AX intrappola le sue vittime offrendo un’applicazione gratuita in grado di consentire la visione degli SMS contenuti sul cellulare di chiunque. L’ideale per tutti coloro che desiderano controllare il proprio partner. Proprio la gelosia è il motivo di una così ampia diffusione del virus.

– “Il più affettuoso”.
BckPatcher.C sorpassa tutti in originalità, nella sua categoria, sostituendo l’immagine del desktop con la scritta “virus kisses 2009”. Che seduttore!

– “Un colpo di tosse”. Non possiamo fare a meno di menzionare questa coppia di virus, WinVNC e Sinowal.WRN, che hanno utilizzato l’ampia cassa di risonanza dell’influenza suina per diffondersi e contagiare numerosi computer.

– “E il premio per il più incompetente spetta a…”. Ransom.K. Questo Trojan crittografa i documenti contenuti nei computer infetti, e successivamente chiede un riscatto di 100$ per rilasciarli. Solo un piccolo problema: il suo creatore, probabilmente di poca esperienza, ha incluso nella programmazione anche un errore di sistema che permette all’utilizzatore di liberare i file grazie una semplice sequenza.

– “Il più illusorio”. Quest’anno, il vincitore è FakeWindows.A che infetta i sistemi degli utilizzatori spacciandosi per una chiave di attivazione di alcuni processi per Windows XP.

– “Un party con sorpresa”. Banbra.GMH arriva tramite una email che propone foto di un party brasiliano (ballerine incluse)… chi può resistere?


  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Categorie: Sicurezza