IBM rafforza la propria offerta di servizi di sicurezza

Oggi IBM annuncia una serie di iniziative nell’ambito della propria offerta di  soluzioni di sicurezza, con l’obiettivo di aiutare i clienti a risparmiare sui costi e a superare la “tempesta perfetta” di minacce alla sicurezza generata dal rallentamento dell’economia globale e da un’attività cybercriminale senza precedenti.  L’intervento di IBM Internet Security Systems e’ stato sollecitato dopo che IBM X-Force, un team d’élite di esperti in materia di sicurezza, ha rilevato due sviluppi allarmanti. In primo luogo, analizzando i dati derivanti dalla propria base clienti dei servizi di sicurezza gestiti (circa 3.700 in tutto il mondo) ha identificato, solo negli ultimi 120 giorni, un aumento del 30 percento degli eventi legati alla sicurezza sulla rete e sul web, con un incremento del numero complessivo da 1,8 miliardi a oltre 2,5 miliardi al giorno a livello mondiale. In secondo luogo, IBM ha rilevato un aumento del 40 percento, sempre negli ultimi 120 giorni, dell’accesso dei propri clienti ai centri operativi virtuali per la sicurezza IBM.   I clienti dei servizi di sicurezza gestiti di IBM – aziende e pubbliche amministrazioni in tutto il mondo – possono avvalersi dei VSOC (Virtual  Security Operations Centers) per monitorare e verificare gli attacchi di rete e basati sul web. Una percentuale significativa di questi accessi arriva da clienti che non si collegavano ai centri operativi per la sicurezza da oltre sei mesi.  In risposta a questi risultati, IBM Internet Security Systems: Introduce nuovi servizi di gestione delle identità e degli accessi, per aiutare a combattere le minacce online. Questi servizi aiutano le organizzazioni a definire gli utenti dei sistemi e a gestire chi ha accesso a dati ed applicazioni sensibili: un’esigenza sempre più vitale se si considera che il Rapporto Trimestrale di IBM X-Force, pubblicato ai primi di dicembre, evidenzia che oltre il 42 percento delle vulnerabilità è causato da punti deboli nella gestione delle identità e degli accessi.Offre, per la prima volta, un programma formale per consentire ai provider strategici di IBM di rivendere servizi di sicurezza gestiti. In base a questo programma, i provider strategici potranno offrire servizi di sicurezza gestiti supportati da IBM, espandendo ulteriormente il numero di clienti che possono beneficiare della competenza globale di IBM.Offre alle aziende, private e della pubblica amministrazione, una valutazione finanziaria complessiva e gratuita dei costi di gestione dell’infrastruttura di sicurezza e dei risparmi ottenibili grazie all’implementazione dei servizi di sicurezza IBM. Secondo le previsioni degli esperti X-Force di IBM, l’incremento delle cyber-minacce è appena cominciato. Questi ricercatori hanno la possibilità non solo di rilevare diverse vulnerabilità potenziali di rete e del web, ma anche di monitorare la base di clienti globale di IBM per individuare eventuali  tentativi di sfruttare queste falle. Possono quindi rilevare vari tentativi di exploit in una parte del mondo e aiutare a proteggere dagli stessi attacchi le regioni non ancora esposte. Le organizzazioni si rivolgono a IBM per gestire la sicurezzaUn anno fa IBM Internet Security Systems aveva dichiarato la sua capacita’ di aiutare i clienti a combattere le minacce alla rete in evoluzione e a ridurre drasticamente i costi e la complessità della sicurezza. I clienti hanno gia’ toccato con mano i vantaggi di una migliore protezione a un costo inferiore, grazie ai prodotti e servizi di IBM Internet Security Systems basati sull’esclusiva ricerca X-Force. Ora IBM Internet Security Systems estende il suo portfolio per aiutare ulteriormente i clienti a raggiungere questi obiettivi. "IBM Managed Security Services rappresenta un esperto di sicurezza costantemente attivo nel monitoraggio delle vulnerabilità nella nostra infrastruttura IT”, dichiara Tom Siu, CISO della Case Western Reserve University, che ha implementato i servizi di sicurezza gestiti IBM nell’ultimo anno. "L’aspetto importante dei servizi di sicurezza gestita non è solo monitorare gli alert, ma gestire i dati. Disporre del portale Managed Security Services di IBM ci consente di inviare rapidamente tali informazioni agli amministratori, che possono quindi intervenire. È quello che fanno per noi i servizi di sicurezza IBM, offrendoci l’equivalente di personale di sicurezza extra che non ci saremmo mai potuti permettere".  “Al fine di proteggere dalle minacce alla sicurezza, inclusi virus e spam, che potrebbero mettere a rischio l’integrità dei dati, ci affidiamo a IBM Managed Security Services per la sicurezza delle comunicazioni elettroniche”, spiega Marcia Guthrie, Assistant Vice President of Information Security alla Integra Bank, che offre più di 80 centri di servizi bancari full-service in tutto il Midwest degli Stati Uniti. "IBM ci aiuta a ridurre il rischio ad un costo molto inferiore rispetto ad altri prodotti e soluzioni di altri fornitori. Con il variegato portfolio di soluzioni IBM per soddisfare le nostre esigenze, siamo certi di avere implementato la migliore sicurezza per assicurare che i dati dei nostri clienti siano protetti”. Nuovi studi dimostrano che il contenimento dei costi non deve andare a discapito della sicurezza – perché il costo di un incidente può superare di gran lunga i costi dell’infrastruttura di sicurezza. Secondo lo studio del Ponemon Institute, “2007 Annual Study, The Cost of a Data Breach” [Studio annuale 2007, Il costo di una violazione dei dati], il costo medio di una violazione dei dati per un’azienda di grandi dimensioni puo’ arrivare a svariati milioni di dollari.  Le aziende leader globali riconoscono a IBM grandi capacita’ nella mitigazione delle minacce e, al contempo, la flessibilità di collaborare e condividere le risorse IT al di là dei confini nazionali. Il gigante delle spedizioni, A.P. Moller-Maersk, con sede a Copenhagen in Danimarca, ha di recente ampliato i suoi rapporti con IBM sfruttando i servizi di sicurezza gestiti di IBM Internet Security Systems per creare una soluzione che affronti lo scenario delle minacce in evoluzione e, nel contempo, supporti una struttura di comunicazione aperta, che copre 130 paesi diversi. “Il motivo fondamentale per cui abbiamo scelto di consolidare su IBM è che il panorama delle minacce si sta evolvendo rapidamente ed è risultata evidente la necessità di proteggerci da queste minacce a livello centrale”, spiega Kim Aarenstrup, IT security manager del gruppo A.P. Moller Maersk. “I servizi di sicurezza gestiti di IBM aiutano a fornire una protezione preventiva, concedendo anche sufficiente apertura per consentire ai nostri 117.000 dipendenti di condividere le risorse IT”.   "Siamo nel mezzo di una “tempesta perfetta” di minacce alla sicurezza: mentre le aziende tagliano i costi, le minacce degli insider sono in aumento e i cyber-criminali sfruttano la confusione che ne deriva a proprio vantaggio” spiega Val Rahmani, general manager di IBM Internet Security Systems. Questi servizi, insieme ai nostri prodotti per la sicurezza nuovi e in evoluzione, sono unici nell’aiutare i clienti ad attraversare con successo questa tempesta, riducendo i costi e migliorando la situazione complessiva in termini di sicurezza e conformità”.

Leggi anche:  IBM - Cinque principi di progettazione tecnologica per combattere gli abusi domestici