Le disavventure informatiche del 2008: la “Top Ten”.

Anche quest’anno gli esperti di Kroll Ontrack hanno individuato, attraverso un’indagine realizzata a livello mondiale, le 10 disavventure informatiche più curiose che testimoniano come i dati digitali sono risorse sempre più ”preziose” da salvaguardare e tutelare. La Top Ten 2008: 10. In alto mare – Un viaggio intorno al mondo in barca a vela è finito tristemente, quando la barca del viaggiatore si è ribaltata nell’ultimo giorno di viaggio…con il suo portatile a bordo. Fortunatamente, Kroll Ontrack è stata in grado di recuperare il 100% dei dati che documentano un’esperienza unica nella vita. 9. La speranza è l’ultima a morire – Nel 2005 con l’arrivo l’uragano Kathrina, una coppia di giovani sposi perse tutte le foto di fidanzamento e del matrimonio pensando che non sarebbe mai stato possibile recuperarle. La loro paura è cresciuta ancor di più quando un fornitore locale di data recovery considerò il drive “corroso oltre ogni possibilità di recupero“. Due anni e mezzo dopo la coppia ha tirato fuori dalla cantina il drive allagato per un tentativo di recupero con Kroll Ontrack e… tutte le foto del fidanzamento e del matrimonio sono state recuperate. 8. Andando a pesca… di dati – Un’avvocato in vacanza pensava di poter unire l’utile al dilettevole: pescare in compagnia e lavorare allo stesso tempo.  Un amico del padre, in preda alla rabbia perchè lei era distratta dal lavoro, decise di buttare la borsa del portatile (con il notebook e il backup) fuori dalla barca. L’avvocato, completamente vestita, si è tuffata subito, ma era ormai troppo tardi. Per sua fortuna, Kroll Ontrack è riuscita a recuperare importati informazioni di business. 7. Stooooop – Un produttore cinematografico stava ultimando il suo film Western con un MacBook Pro, quando ha incominciato a sentire strani rumori e in pochi attimi il sistema è andato in crash. Il produttore disperato, poiché non aveva a disposizione una copia di backup, pensava già che il suo anno di lavoro fosse andato in fumo. Solo grazie all’intervento di Kroll Ontrack il film è stato recuperato. Ora è distribuito in DVD a livello internazionale. 6. Beni rubati – Durante un furto in una casa privata sono stati sottratti un computer portatile, una borsetta e la macchina di famiglia. La macchina è stata ritrovata il giorno dopo lungo il fiume ma del resto della refurtiva nessuna traccia. Giorni dopo, un buon samaritano è arrivato alla casa svaligiata con una borsa per laptop gocciolante (con dentro il PC), i suoi figli lo avevano ritrovato sulla spiaggia. Come è riuscito il buon samaritano a trovare il proprietario? Il ladro aveva messo la borsetta nella custodia del notebook prima di gettarla nel fiume. 5. Il cane giocherellone – Un cane giocherellone ha fatto cadere un disco estero USB dal tavolo rendendo il dispositivo completamente illeggibile. All’interno erano conservati cinque anni di foto di famiglia che fortunatamente sono state tutte recuperate grazie a Kroll Ontrack. 4. Il cucciolo di “animale selvaggio” – Kroll Ontrack ha ricevuto una scheda SD di una macchina fotografica con numerosi segni di morsi che secondo il racconto del cliente era stata masticata da un “animale selvaggio”… in realtà si riferiva al suo bambino di soli 2 anni. 3. Spazzata via – Galeotte furono le faccende domestiche… Una chiavetta USB da 1GB è stata risucchiata, insieme ad avanzi di cibo, da un aspirapolvere. L’eccessiva potenza dell’aspirapolvere ha strappato via le tracce del circuito della scheda elettronica e il connettore rendendo il dispositivo totalmente illeggibile ed inutilizzabile. 2. C’è la giungla fuori da quì – Un progetto di un istituto di ricerca per lo studio sugli animali selvatici si è improvvisamente fermato quando uno dei flash chip del collare utilizzato per il tracciamento di una pantera in Florida è stato fisicamente danneggiato. Con l’aiuto di Kroll Ontrack i dati critici per la salvaguardia della pantera sono stati recuperati. Ed ecco l’episodio più curioso del 2008: 1.      Portatile arrosto!!! – Un signore ha riposto il suo portatile nel forno prima di partire per le vacanze al fine di proteggerlo se i ladri fossero entrati in casa durante il suo periodo di assenza. Sua moglie, rientrata a casa prima di lui, ha utilizzato il forno per cuocere un pollo arrosto. Il risultato… pollo al forno in salsa tecnologica.  In tutte le situazioni elencate Kroll Ontrack è riuscita a recuperare i dati che i proprietari credevano ormai persi per sempre, anche i casi più “disperati” sono stati risolti con successo. Grazie ai tecnici altamente specializzati, agli strumenti, alle tecnologie proprietarie e alle camere bianche, Kroll Ontrack  in oltre l’80% dei casi riesce a recuperare integralmente i dati contenuti nel supporto danneggiato. Kroll Ontrack è in grado di intervenire su qualsiasi tipo di sistema operativo e dispositivo di storage direttamente nelle proprie strutture tecniche oppure lavorando in remoto per mezzo della tecnologia brevettata Remote Data Recovery.  “Oggi la tecnologia digitale è sempre più pervasiva e poter disporre dei propri dati sempre e ovunque è diventata un’esigenza fondamentale. Per questo motivo, anche quando ci troviamo di fronte ad una situazione al limite del reale, come queste elencate, la scelta migliore è di affidarsi a dei professionisti. In Kroll Ontrack disponiamo di tecnologie all’avanguardia e di personale altamente qualificato che ci permettono di affrontare ogni giorno numerosissimi casi “impossibili” e di raggiungere risultati eccellenti’”, ha dichiarato Paolo Salin, Country Manager di Kroll Ontrack Italia.  Per visualizzare il video dei filmati più curiosi: http://www.ontrackdatarecovery.com/data-disaster-2008/

Leggi anche:  FireEye presenta Digital Threat Monitoring