Tuttinudi!

Hacker buca il software dei Body Scanner. Già reperibile in rete, il tool permette a chiunque, in prossimità di un bodyscanner, di acquisire immagini degli ingnari “scannerizzati” sul notebook o cellulare. In USA è già scandalo, in rete le foto delle nudità di migliaia di viaggiatori, VIP inclusi

Nei più importanti aeroporti statunitensi sono ormai una realtà da mesi, e anche da noi se n’è avviata la sperimentazione molto recentemente, esattamente a Roma, a Fiumicino: parlo dei body scanner che controllano i passeggeri guardandoli nudi ai raggi X, ideati e realizzati per aumentare i livelli di sicurezza.

La notizia che però ci arriva da Filadelfia, Pennsilvenya – USA , dal noto consulente di sicurezza informatica, Tom Secless, ha del clamoroso e sbugiarda tutte le affermazioni che ci erano giunte dalle autorità e dalle società tecnologiche coinvolte, in merito alla presunta certezza sulla privacy che comunque l’intero processo avrebbe garantito. Secless, con il suo team, ha dimostrato che basta avere a disposizione un netbook, o anche un semplice smartphone, con apposito programma e interfaccia particolare capta-raggi in USB e – piazzandosi anche a decine di metri dal body scanner – si riesce facilmente a catturare tutte le immagini degli inconsapevoli viaggiatori. Non solo, ha anche avvertito le forze dell’ordine del fatto che c’è già chi utilizza questa tecnologia a scopo di ricatto o anche solo per pubblicare le foto in quel underground della rete fatto di siti e di social network di dubbio gusto. Pare anzi che proprio in questo mondo perverso – ma purtroppo a quanto pare molto partecipato – le foto senza veli anche se di sapore “alienino” – quali quella del manager nudo con pancetta o quello della casalinga di mezza età con cellulite in abbondanza – stiano letteralmente spopolando! Si dice che ci siano in rete anche le foto del presidente Obama e del suo entourage, Hillary Clinton in testa, “rubate” nel momento di inaugurazione di uno dei body scanner. Non so se ci sia la stessa eccitazione nel reperire le immagini dei nostri politici che hanno presenziato al momento di avvio del body scanner a Fiumicino, voi che ne dite?

Leggi anche:  Trasmissioni, scommesse, partite: cosa succederebbe se gli hacker prendessero il controllo dei Mondiali di calcio?

A questo punto non posso che darvi un suggerimento, nel caso doveste passare in futuro all’interno di questi aggeggi: preparatevi per tempo, fate prima la prova-costume e, nel caso serva, andate giù di brutto con dieta e palestra! Poi, mi raccomando, attenti all’intimo e non lesinate con doccia e sapone. Chissà, magari basterà un passaggio nel body scanner per farvi conoscere l’anima gemella in internet, meglio e prima di qualsiasi social network o chatroom e, al diavolo allora la privacy!

A questo link le immagini rubate, già diffuse in rete.

Qui potete invee scaricare il piccolo tool che consente di salvare sui propri device video e immagini dal body scanner.

Meditiamo, gente, meditiamo …soprattutto sul giorno in cui questa news appare 😉