Gruppo di lavoro sugli e-reader in biblioteca

Simplicissimus Book Farm propone un’analisi comparativa sulle funzionalità richieste nelle biblioteche pubbliche e accademiche

L’ebook reader è compatibile con i vari formati di libri digitali disponibili? Il device è dotato di connettività aperta? Le dimensioni dello schermo sono determinanti per la corretta fruizione dei contenuti bibliotecari? Per rispondere a queste e molte altre domande Simplicissimus Book Farm in collaborazione con l’Università di Bologna, La MediaLibraryOnline e Ledi International Bookseller ha costituito un gruppo di lavoro per identificare alcuni scenari e una serie di parametri di riferimento per valutare le possibilità d’uso in biblioteca dei vari supporti elettronici per ebook in biblioteca.

Già attivi singolarmente con progetti sperimentali dedicati a questo argomento, i partecipanti si sono uniti, ognuno con le proprie peculiarità, per testare una decina di lettori e produrre poi un report finale che verrà pubblicato e diffuso in rete attraverso il sito internet di riferimento: http//bit.ly/test_ereader.

Fasi del gruppo di lavoro

Il primo momento sarà destinato all’identificazione e pubblicazione della lista progressiva dei dispositivi sui quali verrà effettuato il test. Tutti i bibliotecari italiani avranno la facoltà di aggiungere comunque ulteriori supporti all’indirizzo mail: test@medialibrary.it.

La seconda fase, quindi, verterà sulla vera e propria prova dei device con relativa recensione che sarà pubblicata nel periodo tra marzo-maggio 2011.

Al termine dell’intera analisi verrà realizzata la prima relazione che si ripeterà poi con cadenza semestrale sulla base delle indicazioni ed aggiornamenti dei vari operatori del settore desiderosi di validare i propri dispositivi.

Leggi anche:  Questo è l’ultimo robot della Boston Dynamics