PTC aggiorna InSight EC secondo la nuova versione del REACH

PTC, la Product Development Company, ha annunciato l’aggiornamento della propria soluzione software InSight Environment Compliance per la conformità normativa relativamente ai nuovi requisiti del regolamento europeo REACH.

Il 13 gennaio 2009, l’ECHA (European Chemical Agency) ha aggiunto 14 sostanze chimiche alla ‘Candidate List of Substances of Very High Concern’ – la lista delle sostanze estremamente pericolose – per le quali è richiesta un’autorizzazione.

Le aziende che producono o importano tali sostanze dovranno verificare i rispettivi obblighi potenziali eventualmente derivanti dalla nuova lista.

Il regolamento REACH ha mutato il quadro normativo per tutte le aziende che operano in Europa, in tutti i settori. Dopo quasi tre anni sembra ora che alle sfide per il settore siano subentrati nuovi ostacoli nel corso della sua implementazione.

La scadenza del 30 novembre 2010 per la presentazione all’ECHA dei dossier di registrazione per gli alti tonnellaggi incombe e le aziende in tutto il mondo si stanno focalizzando per assicurare la conformità agli obblighi previsti dal REACH.

Affrontare nel modo giusto le tematiche riguardanti le sostanze altamente problematiche (SVHC) in base ai requisiti del REACH non è semplice per molte aziende, non da ultimo per la complessità della lista di sostanze associata, per le "liste nere" delle parti interessate e per i requisiti dell’Articolo 33.

InSight Environmental Compliance supporta le normative ambientali (REACh, RoHS, ELV, RAEE, …) e gli standard riguardanti lo scambio di informazioni (IPC1752, IMDS, …).

Questa applicazione web-based permette di eseguire analisi della conformità e generare rapporti, nonché di stabilire una buona comunicazione con i fornitori ed attuare un’efficiente gestione delle loro prestazioni in termini di qualità dei dati.

Leggi anche:  Iccrea Banca sceglie la BI di Microsoft