Saipem utilizza CA Clarity per la gestione del personale dei progetti di business

CA ha annunciato di avere acquisito un nuovo e importante cliente nell’ambito delle soluzioni della gestione di progetto. La soluzione di Project Management CA Clarity è stata infatti adottata da Saipem per la gestione delle risorse umane nell’ambito delle attività di progetto delle tre business unit Offshore, Onshore e Perforazione.

“La soluzione – ha affermato Alessandro Tintori, ICT Project Manager di Saipem – ha permesso a Saipem di aumentare la propria flessibilità operativa e la capacità di reazione nei confronti delle variazioni del mercato, soprattutto in fase prospettica.

Inoltre, grazie alla possibilità di operare con un maggiore dettaglio nella pianificazione delle risorse, per famiglie e ruoli professionali, – ha proseguito Tintori – Saipem si è dotata di una soluzione che le permette di avere una visione più chiara e tempestiva delle prestazioni (e quindi dei relativi costi) impegnate sui progetti”.

Controllata al 43% da Eni e quotata alla Borsa di Milano, Saipem opera a livello internazionale nella fornitura di servizi per il settore petrolifero ed è leader nella fornitura di servizi di ingegneria, di procurement, di project management e di costruzione, con distintive capacità di progettazione ed esecuzione di contratti offshore e onshore anche ad alto contenuto tecnologico quali la valorizzazione del gas naturale e degli oli pesanti, con un forte orientamento verso attività in aree remote e in acque profonde.

Saipem è una società realmente internazionale. Oltre al forte contenuto europeo, la maggior parte delle risorse umane proviene da Paesi in via di sviluppo per un totale di circa 38.000 dipendenti in rappresentanza di oltre 35 nazionalità diverse.

La complessità dei progetti e la distribuzione geografica degli stessi (Saipem vanta significative presenze locali in aree strategiche ed emergenti quali l’Africa Occidentale, l’Asia Centrale, il Medio Oriente, il Nord Africa il Sud America ed il Sud Est Asiatico) ha fatto sì che la società ricercasse e implementasse una soluzione per il workforce management, ovvero la capacità di soddisfare le esigenze progettuali in termini di allocazione delle risorse umane, su tutto il ciclo di vita dei progetti.

Leggi anche:  Oracle, come spiegare oggi l’AI di domani

CA Clarity è oggi l’applicazione strategica attraverso la quale Saipem gestisce il personale sui contratti – EPIC (Engineering, Procurement, Installation, Construction) nell’offshore ed EPC nell’onshore – che sono alla base del core business dell’azienda del Gruppo Eni.

I contratti hanno per oggetto la realizzazione di progetti complessi che prevedono attività di ingegneria, approvvigionamento dei materiali, di costruzione degli impianti e delle relative infrastrutture, di trasporto al sito di installazione per le strutture a mare e delle attività preparatorie per l’avvio degli impianti.

Gli sponsor del progetto – ha affermato Alessandro Tintori, ICT Project Manager di Saipem – sono stati due dirigenti Saipem di alto livello, in ambito Direzione Risorse Umane e Direzione Ingegneria Multibusiness e Workforce Management.

La soluzione basata su CA Clarity è entrata in produzione nella business unit offshore del Gruppo nell’ottobre del 2008 ed è ora in fase di estensione presso le altre business unit. I progetti attualmente gestiti con CA Clarity sono oltre 700, sia grandi, tipicamente della durata di 24-36 mesi, sia piccoli.

CA Clarity viene utilizzato da circa 300 persone con responsabilità di alto livello nelle attività di progetto come project manager, responsabili dei reparti, personale addetto al controllo di progetto e alla gestione delle risorse umane.

La soluzione costituisce un potente strumento di pianificazione della domanda e capacità di personale e al contempo alimenta il controllo dei costi, in quanto il budget di ore pianificato su CA Clarity può essere tradotto in una dimensione di costo.

L’investimento per la messa a punto della soluzione è stato significativo soprattutto in termini di persone coinvolte ed ha avuto successo grazie a una stretta collaborazione tra Saipem e CA.

Leggi anche:  Generix Group annuncia il rilascio della soluzione Data Lake

“Queste soluzioni non si costruiscono solo con il contributo ICT – ha affermato Ugo Salvi, CIO di Saipem – ma con la partecipazione delle persone che hanno il know-how funzionale e che hanno la lungimiranza di salire a bordo di un progetto per cambiare l’azienda migliorandola”.

Con CA Clarity viene gestito l’impiego del personale lungo tutto il ciclo di vita dei progetti: dalla fase prospettica, quando il progetto non è stato ancora acquisito, per le simulazioni in caso di acquisizione, a quella di gestione dei progetti esecutivi, senza trascurare quelli di offerta.

Sui progetti esecutivi la pianificazione avviene per famiglia professionale, ruolo professionale o a livello nominativo.

“Oltre alla gestione dell’impiego del personale nelle diverse fasi del ciclo di progetto – ha dichiarato Alessandro Tintori ICT Project Manager del Gruppo – CA Clarity permette a Saipem di eseguire una pianificazione strategica di lungo periodo in base agli obiettivi di business definiti dal top management.

Per un’azienda che opera in un mercato altamente competitivo e in una dimensione geografica internazionale è importante rendere coerenti le esigenze del business con un’adeguata disponibilità di risorse”.

Le informazioni necessarie ad alimentare CA Clarity provengono in verità da un network di applicazioni. Peoplesoft per la gestione delle risorse interne, in quanto applicazione corporate preesistente al progetto; SAP R/3 in relazione principalmente alle anagrafiche di progetto ed ai processi di controllo di gestione aziendale; un datawarehouse per le analisi con tutti i gradi di aggregazione utili.

Grazie alle interconnessioni con SAP R/3 si sono potute creare tutte le interrelazioni con il processo di gestione del budget economico-finanziario della società: Clarity, infatti, gestendo le prestazioni, profilate per ruoli, centri di costo e progetto, consente di ottenere una gestione del budget di progetto.

Leggi anche:  Microsoft sta già testando una versione 2020 di Windows 10

La terza componente che si interfaccia con Clarity è un datawarehouse che permette a Saipem di fare analisi con tutti i gradi di aggregazione utili.

In ultima analisi, il risultato finale ha consentito di mettere a punto una soluzione in grado di creare un valore competitivo per l’intera organizzazione. “In questo contesto – ha affermato Ugo Salvi – CA ha avuto un approccio particolarmente lungimirante e coraggioso senza mai sottrarsi alle sfide che il progetto ha presentato nel tempo”.