A Torino spaccio via WhatsApp fermato dai Carabinieri

Sgominata dalle Forze dell’Ordine una banda dedita allo spaccio di droga che utilizzava WhatsApp per le ordinazioni

I Carabinieri di Venaria con il supporto del pool sicurezza urbana di Torino hanno arrestato 15 componenti di una banda dedita allo spaccio di droga agli adolescenti. I malviventi utilizzavano WhatsApp, che si pensava potesse essere acquisito da Google, e altri servizi web per raccogliere le ordinazioni ed evitare i controlli.

La droga e il web

L’uso dei social network e dei servizi di messaggistica istantanea è diventato comune tra gli spacciatori. La stessa DEA, l’antidroga statunitense, ha chiesto ad Apple di cambiare il sistema di criptaggio per rendere intercettabile iMessage, che i corrieri della droga utilizzano per i loro traffici. A Brindisi un’altra banda, composta da giovanissimi, utilizzava Facebook per raccogliere le ordinazioni di hashish e marijuana dei propri clienti coetanei.

Leggi anche:  Bosch alla Milano Digital Week con Parking Lot Sensor