Google Translate pronto a battere Skype

Google Translate ora supporta cinque nuove lingue

Secondo il New York Times, Big G starebbe per realizzare un aggiornamento della sua app per rivaleggiare con il servizio chat di Microsoft

Google Translate vuole tradurre il mondo. Il prossimo passo per la piattaforma già presente su desktop e mobile come app indipendente è quello di tradurre varie lingue e tradurle in testo in tempo reale. Ad affermarlo è il New York Times che spiega come Google non voglia lasciare troppo campo al suo eterno rivale, Microsoft, nel panorama delle piattaforme di traduzione simultanea, una categoria di servizi che evidentemente avrà il suo mercato nei prossimi mesi. Al momento alcune funzioni di Google permettono già, sia su computer che smartphone e tablet, di tradurre in automatico pagine web in lingua diversa da quella principale. Il tutto avviene attraverso l’utilizzo del browser Chrome che in un recente aggiornamento ha introdotto la nuova funzione.

Scontro al vertice

Ma la novità è che Google potrebbe diventare l’assistente preferito per tradurre non solo testo ma anche voci e file audio. Dopo l’avvio da parte di Microsoft degli esperimenti sulla traduzione di voce in testo attraverso Skype (per ora solo tra inglese e spagnolo) ora Google avrebbe intenzione di aggiornare la sua app Translate per renderla in grado di tradurre in una delle sue 90 lingue voci e parlato, sia all’interno di una conversazione dal vivo che ascoltando parole e registrazioni da fonti diverse. Il progetto di Google, di migliorare il suo apporto alla vita di tutti i giorni, troverebbe conferma in altri rumors. Tra questi c’è chi afferma che presto il servizio Now, che offre segnalazioni e aggiornamenti personalizzati per ogni utente, potrebbe ricevere presto nuove  funzioni tra cui le notifiche vocali mentre si guida o gli aggiornamenti integrati di app esterne come Facebook e Twitter.

Leggi anche:  Conad sceglie i motori di Machine Learning di ToolsGroup