Google: meno link nei risultati di ricerca

Big G potrebbe fare a meno dei collegamenti a siti esterni in favore di risposte dirette per soddisfare le domande degli utenti

C’era una volta il grafico della conoscenza di Google. Si tratta di un modo esteticamente carino di rispondere meglio ad alcune domande dei navigatori della rete. Se si digita ad esempio “Copernico”, al fianco dei classici risultati di ricerca si vede una foto dell’astronomo con alcune informazioni basilari. Il passo successivo di Google è quello di eliminare, gradualmente, anche i link mostrati a ogni richiesta, per restituire un web più “umano” che risponda in maniera diretta alle richieste degli utenti. L’implementazione è già attiva e sarà visibile nel corso del tempo, man mano che il motore di Mountain View riceverà le domande degli internauti. In realtà, già da tempo Google fornisce risposte ad alcune curiosità semplici come la conversione di valute, pesi e misure.

dollari euro google top box

Cambio di filosofia

L’avvento del nuovo sistema è stato ufficializzato all’interno del documento inviato ogni anno alla Securities and Exchange Commission USA, dove si intuisce il cambio di prospettiva per coloro che pongono le domande e chi, come Google, che deve darle. “Eravamo soliti fornire dei link che richiedevano all’utente di navigare su siti web per trovare quello che stavano cercando, un’operazione che porta via del tempo. Ora siamo sempre più in grado di fornire risposte dirette” – ha spiegato Google. Non è ancora chiaro in che modo il sistema restituirà risposte esatte alle domande ma è probabile che ci sarà un box specifico tra la barra di ricerca e i link sottostanti, come succede già per le conversioni. La nuova modalità aiuterà soprattutto chi utilizza uno smartphone per le proprie ricerche. In questo modo infatti le risposte si adatteranno automaticamente allo schermo a differenza di molti siti mostrati nei risultati che non conoscono ancora la parola “responsive”.

Leggi anche:  Facebook comprerà Kustomer: perché è importante