InfoCert, i protagonisti del futuro digitale

danilo-cattaneo_infocert

Un evento organizzato a Milano dal leader italiano nei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione per parlare di trasformazione digitale con chi la sta facendo davvero

Il futuro è adesso. Questo il tema di un incontro organizzato a fine gennaio a Milano per parlare di trasformazione digitale. Organizzato da InfoCert, società del gruppo Tecnoinvestimenti, e ospitato da Samsung, l’evento ha dato modo a numerosi protagonisti del cambiamento in azienda di presentare le proprie esperienze. L’idea era quella di capire la trasformazione digitale ascoltando le testimonianze di chi ha saputo andare oltre la semplice digitalizzazione dei processi, dando vita a nuovi modelli operativi e di business. Gli esempi di eccellenza non sono mancati, soprattutto dal lato delle banche, rappresentate per esempio da Widiba o Ing, per citarne un paio, o da colossi come Enel.

In apertura, l’intervento di Danilo Cattaneo, amministratore delegato di InfoCert, che ha sottolineato come il futuro sia già qui, in quanto “oggi abbiamo a nostra disposizione tutti gli strumenti adatti per realizzare la trasformazione digitale. Per esempio, in ambito bancario, con il riconoscimento dei clienti tramite webcam: finora, più di un milione di conti correnti è stato aperto con la nostra soluzione, adottata da 30 banche in Italia e da 50 in Europa”.

Traguardi ambiziosi

Ma non si tratta solo di tecnologie: ci sono anche le normative necessarie a guidare le materie, come per esempio il regolamento GDPR, che entrerà come noto in vigore a fine maggio prossimo, oppure la disciplina eIDAS, che non vanno interpretate come ostacoli ma come opportunità per rivedere i processi aziendali in chiave più competitiva. Proprio quello che hanno fatto i testimonial intervenuti all’incontro di Milano, avendo al fianco un partner come InfoCert, che si è da tempo imposta nel mercato della dematerializzazione e della digitalizzazione, con tassi di crescita sempre a doppia cifra, fino a realizzare un fatturato ben superiore ai 50 milioni di euro.

Leggi anche:  A lezione dallo specialista: dal caos all'intelligenza dei dati

E posizionandosi verso traguardi ancora più ambiziosi: “Anche nel 2018 prevediamo di continuare nella nostra crescita, sia puntando sui fattori che hanno già accompagnato il nostro sviluppo recente sia capitalizzando su alcuni brevetti conseguiti nel 2016 e nel 2017, che oggi sono giunti a maturazione e sono pronti per essere messi sul mercato con profitto”, ha anticipato Danilo Cattaneo in una breve conversazione con Data Manager. Magari anche con partnership di rilievo come quella con Samsung: “Da anni siamo al fianco delle aziende con offerte specifiche dedicate al mondo enterprise, e attualmente stiamo collaborando anche con InfoCert per realizzare dispositivi trusted che arricchiscano ulteriormente la nostra piattaforma Knox”, ha spiegato Antonio La Rosa, Head of B2B di Samsung Electronics Italia.