Volkswagen Group IT espande le competenze nello sviluppo dell’offerta digitale

Nel Digital Lab si sviluppano software come “We Deliver” per l’offerta digitale ai Clienti della marca Volkswagen

Il Gruppo Volkswagen sta espandendo le proprie competenze IT per lo sviluppo della propria offerta digitale. Il reparto Group IT ha ampliato in modo significativo il proprio Digital Lab a Berlino, raddoppiando il numero dei Collaboratori da quando è stato inaugurato, nell’ottobre del 2016. Al momento vi lavorano 70 esperti IT, un numero che salirà a circa 120. Il team include programmatori, data scientist, software designer e sviluppatori che lavorano su temi come nuovi servizi per il veicolo connesso. Il Digital Lab fa parte di una rete mondiale di centri di competenza con la quale il Gruppo Volkswagen sta rafforzando il proprio coinvolgimento in tutti i temi orientati al futuro digitale.

“Nel Digital Lab un team internazionale sta sviluppando soluzioni su misura per una varietà di applicazioni digitali destinate a tutte le Marche e i reparti” ha affermato Martin Hofmann, CIO del Gruppo Volkswagen. “Combiniamo conoscenze specifiche IT con i metodi agili di sviluppo software. Si tratta di una chiave per il successo che porteremo con ancora più determinazione nel cuore della nostra organizzazione”.

Software per l’offerta digitale sviluppato da un team internazionale

Al Digital Lab è in corso lo sviluppo di un software per l’offerta digitale e per servizi relativi al veicolo connesso. Per esempio, il team sta lavorando a “We Deliver”, un nuovo servizio di mobilità della marca Volkswagen che rende le vetture indirizzi mobili per le consegne di pacchi. Il Lab sta inoltre creando piattaforme di soluzioni tecniche che saranno messe a disposizione di tutte le Marche e le Aziende del Gruppo. Il team sta lavorando anche ad altri progetti come il trattamento di dati sui trasporti pubblici per nuovi approcci alla smart mobility.

Leggi anche:  In Piemonte arriva lo sportello intelligente

Sia il team del Digital Lab che il suo lavoro quotidiano hanno carattere internazionale. Al momento vi lavorano circa 70 esperti provenienti da 16 Paesi, un numero che arriverà fino a 120 in futuro. Vengono da Paesi come India, Singapore, Ucraina, gli Stati Uniti – e ovviamente anche dalla Germania. Sono programmatori, data scientist, software designer e sviluppatori. Le donne rappresentano quasi un terzo del team e la lingua ufficiale è l’inglese.

Il metodo di lavoro agile “extreme programming (XP)”

Il team usa il metodo di lavoro agile “extreme programming (XP)”, sviluppato nel contesto tecnologico della Silicon Valley, che si concentra sul principio dell’evoluzione. Il software non è sviluppato o consegnato come prodotto complesso, ma progettato e testato in team agili in stretta collaborazione con il Cliente. Questo approccio promuove qualità e creatività, permettendo un rapido adattamento a eventuali modifiche dei requisiti del progetto. Il metodo extreme programming include anche l’approccio dell’affiancamento (pairing) adottato dal Digital Lab, che prevede che un team di due esperti IT si concentri sullo stesso contenuto del loro progetto.

Il Digital Lab è stato aperto con il supporto finanziario del fondo innovazione della marca Volkswagen, un’iniziativa congiunta dell’Azienda e del Consiglio di Fabbrica.

Il Data Lab di Berlino è uno dei sei gestiti dal Gruppo in tutto il mondo. Gli altri si trovano a Wolfsburg (2), a Monaco, a Barcellona e a San Francisco. In questi laboratori il reparto Group IT ricerca e sviluppa soluzioni in campi quali l’intelligenza artificiale, il machine learning, la collaborazione intelligente uomo-macchina, la digitalizzazione dei processi produttivi e la smart mobility.