Sony venderà una sola PS5 a cliente

Sony, la crisi dei chip spinge il lancio di servizi

A causa di una disponibilità iniziale limitata, non saranno possibili acquisti multipli durante i pre ordini

Ci si chiede per quale motivo una singola persona dovrebbe comprare più di una PlayStation 5. Eppure, visto l’avvicinarsi delle vacanze natalizie, ossia del previsto arrivo della console in quel periodo, l’eventualità di un acquisto multiplo non è poi così remota. Ed è ciò che Sony vieterà, almeno all’inizio, cioè nella fase di pre ordine della sua console next-gen. A diffondere la notizia, per nulla ufficiale, è il codice sorgente trovato all’interno del sito ufficiale di PlayStation Direct, che suggerisce come i preordini, nominativi, vedranno una console per cliente come regola di base. Come discusso da vari fan su Reddit, il codice JavaScript del sito rivela un messaggio di errore che appare se più di una PS5 (una delle versioni della console) viene aggiunta al carrello.

Il messaggio di errore

L’avviso recita: “Puoi acquistare solo una versione della console PS, disco o digitale. Hai già aggiunto una console PS5 al carrello”. Nonostante Sony abbia raddoppiato la produzione di PlayStation per raggiungere le 10 milioni di unità, questa restrizione non è estremamente sorprendente considerando che la giapponese aveva imposto un limite ai pre ordini già per la PS4 nel 2013. Immaginiamo che tale regola sarà coerente anche per i rivenditori di terze parti, offline e online, come Amazon e GameStop, anche se sarà inevitabilmente difficile impedire ad una persona di acquistare più console mei negozi fisici, soprattutto in un periodo in cui urge un rialzo delle vendite generali (anche se l’hi-tech non è andato affatto male). La settimana scorsa, il capo del marketing di Sony PlayStation, Eric Lempel, aveva detto: “Faremo sapere quando inizieranno i preordini. Non ci sarà certo solo un minuto di preavviso. A un certo punto lo comunicheremo, quindi non badate a nulla che non sia minimamente ufficiale”.

Leggi anche:  I servizi necessari per un data center secondo Vertiv