Tutte le novità di Qualcomm Snapdragon 888

Qualcomm lancia lo Snapdragon 888 Plus con un focus sull’IA

Grandi aggiornamenti per la fotografia mobile, i giochi e altro ancora

Qualcomm ha annunciato lo Snapdragon 888, il suo system-on-chip di punta, che alimenterà alcuni dei più grandi smartphone del 2021. Il nuovo chipset è stato svelato durante lo Snapdragon Summit 2020 di Qualcomm, un evento annuale in cui il produttore è solito mostrare i passi in avanti fatti dalla sua tecnologia mobile. Il precedente chip, conosciuto come 865, è salito a bordo dei vari Samsung Galaxy S20, della serie OnePlus 8 e dei top di gamma di produttori come Xiaomi, LG, Sony e altri, ed è quindi probabile che il nuovo Snapdragon 888 porterà potenza nella next-gen che seguirà l’elenco di cui sopra e molto altro.

Ma non solo: Qualcomm stessa produrrà almeno uno smartphone col proprio marchio, da rilasciare entro il primo trimestre del prossimo anno. Ma intanto, già numerosi produttori si sono impegnati a utilizzare il chip nei dispositivi in ​​arrivo, tra cui Asus, BlackShark, Lenovo, LG, Meizu, Motorola, Nubia, Realme, OnePlus, Oppo, Sharp, Sony, Vivo, Xiaomi e ZTE. 

Nuova potenza sotto la scocca

Lo Snapdragon 888 porta con sé una serie di nuove funzionalità interessanti, di cui le migliori riguardano certamente la potenza e qualità fotografica. Ecco allora l’arrivo del triplo ISP (processore del segnale di immagine), che consente ai telefoni di offrire una simultaneità sulle loro telecamere. Cosa significa? Fondamentalmente, gli smartphone con Snapdragon 888 saranno in grado di catturare tre flussi di video HDR 4K contemporaneamente. Ad esempio, potrebbero essere tre feed video dagli obiettivi posteriori ultra grandangolari, grandangolari e teleobiettivi, o la registrazione da due fotocamere posteriori e una fotocamera frontale contemporaneamente. Ciò potrebbe essere particolarmente utile per gli editor, che si ritroveranno con tre file video separati da modificare da un solo dispositivo. 

La stessa tecnologia permetterà di sfruttare la tripla acquisizione di foto, dando la possibilità di catturare tre immagini, da tre obiettivi diversi, contemporaneamente, fino a 28 MP ciascuna, senza ritardo dell’otturatore. Come per la registrazione video, questo produrrà tre immagini indipendenti, ognuna delle quali fornisce una prospettiva leggermente diversa a seconda dell’obiettivo da cui proviene. Questo consentirà ai vari sensori di funzionare insieme anche in background, quindi anche quando si sta utilizzando una camera si può passare istantaneamente all’altra. Nel merito delle connessioni, lo Snapdragon 888 integra l’ultimo modem X60 5G di Qualcomm, che offre una migliore connettività e un maggiore supporto per la rete di nuova generazione in tutto il mondo. Non è il primo chipset Snapdragon a montare un modem 5G, ma questo apre a nuove velocità, con download fino a 7,5 Gbps e upload fino a 3 Gbps. Talmente avanti che probabilmente nessun utente le raggiungerà mai, anche nella migliore delle coperture possibili.

Leggi anche:  Epson migliora il lavoro in Salvi Harps