Infinidat consolida l’alleanza strategica con VMware

Mead Informatica e HDIV Security siglano una partnership strategica

Le due aziende insieme per supportare la crescente richiesta di soluzioni di storage multi-petabyte all’interno delle Large Enterprise

Infinidat annuncia un ulteriore ampliamento della propria alleanza strategica con VMware, uno dei principali innovatori nello sviluppo di soluzioni software enterprise, grazie a un nuovo supporto per vSphere Virtual Volumes (vVols). InfiniBox, inoltre, è ora la prima piattaforma di storage su scala petabyte disponibile nel VMware Cloud Solutions Lab. Queste novità rappresentano due pietre miliari nell’oramai consolidata collaborazione tra le due innovative aziende tecnologiche, che rendono così ancora più semplice per i clienti testare, implementare e mantenere datacenter software-defined (SDDC) su larga scala.

“Grazie al supporto vVols e alla collaborazione con Cloud Solutions Lab, abbiamo portato la partnership con VMware a un nuovo livello. Quasi tutti i nostri clienti enterprise, infatti, utilizzano VMware come piattaforma preferita per l’infrastruttura di datacenter software-defined. Ora ci troviamo in una posizione ottimale per nuovi utilizzi nel campo del Next Generation Cloud, per un numero sempre maggiore di aziende. L’ampliamento di questa collaborazione ha, inoltre, contribuito a rafforzare la posizione di Infinidat in qualità di storage provider all’interno dell’ecosistema VMware”, afferma Phil Bullinger, CEO di Infinidat.

“L’implementazione di InfiniBox vVols alza il livello delle soluzioni per ambienti di virtualizzazione di classe enterprise, poggiando le proprie basi sulla ricca gamma di soluzioni Infinidat per VMware, che garantiscono semplicità d’uso su scala multi-petabyte. Siamo entusiasti di continuare a collaborare con Infinidat, generando valore per i nostri clienti attraverso un’ampio portfoglio di offerte: dal tradizionale vSphere a VMware Cloud Foundation, fino agli ambienti emergenti Tanzu Kubernetes”, ha affermato Lee Caswell, VP Marketing, VMware Cloud Platforms Business Unit.

Leggi anche:  Software AG, nuove nomine e rinnovato impegno per l’Italia

VMware Cloud Solutions Lab può essere utilizzato da clienti e partner per far fronte a nuovi carichi di lavoro e all’evolversi delle esigenze dei clienti. Inoltre, sfruttando la nuova tecnologia InfiniBox, il Cloud Solutions Lab può ora gestire ambienti di dati multi-petabyte. InfiniBox è già stato utilizzato nell’ambito di progetti VMware Cloud Solutions Lab, incluso lo sviluppo dell’architettura di riferimento dei Big Data per Data for Good e per il Machine Learning su vSphere.

“Infinidat ci ha presentato tutti i metodi avanzati per integrare VMware con InfiniBox e ci ha mostrato la potenza di utilizzare questi prodotti insieme, inclusi i ripristini istantanei di una singola VM. Le capacità di Infinidat rendono le implementazioni VMware così semplici e affidabili che possono essere eseguite in poche ore, rispetto alle settimane necessarie con altri prodotti. Il miglioramento raggiunto da Infinidat con il supporto vVols si basa sulle comprovate soluzioni che l’azienda offre su scala multi-petabyte”, ha affermato Cole Thompson, Presidente e CEO di Virtual Data Corp. (VDC).

Confermando la semplicità che la distingue, Infinidat ha differenziato il proprio supporto vVols, rendendolo ancora più facile da configurare e utilizzare rispetto ad implementazioni alternative. Il supporto vVols su InfiniBox va ad ampliare le soluzioni VMware offerte dall’azienda e getta le basi per lo sviluppo di nuove funzionalità future.

I clienti possono, inoltre, sfruttare la nuova funzionalità vVols per utilizzare InfiniBox come Principal Storage all’interno della piattaforma cloud ibrida VMware Cloud Foundation (VCF) o tramite l’utilizzo nativo di vSphere Cloud Native Storage (CNS) con VMware Tanzu Kubernetes Grid. Questo aiuta a semplificare le operazioni attraverso l’infrastruttura multi-cloud ed estende le capacità di Infinidat Kubernetes. I vantaggi includono maggiore coerenza e sicurezza delle operazioni e dell’infrastruttura sia all’interno di cloud pubblici che privati, aumentando al contempo flessibilità e agilità per le aziende.

Leggi anche:  ADP nominata tra le “World's Most Admired Companies” di Fortune Magazine

Infinidat ha implementato questo supporto per i clienti VMware come parte dei nuovi miglioramenti a InfiniBox. Oltre al supporto vVols, Infinidat ha anche potenziato l’algoritmo di deep learning al centro di ogni InfiniBox – Neural Cache – per migliorare la scalabilità, liberando fino a un terzo della DRAM della macchina. Questo miglioramento del software consente un ulteriore consolidamento dello storage e possibilità di affrontare al meglio la continua crescita dei dati.