Google ci spia? Un tool online lo rivela

Google ci spia? Un tool online lo rivela

Uno strumento gratuito consente di sapere se le nostre attività su internet ricadono nel nuovo sistema di tracciamento degli annunci “FLoC” di Big G

Il sito Web Am I FLoCed segnala se un utente è tra i milioni che Google ha selezionato, in maniera automatica, per provare il nuovo sistema di tracciamento FLoC. Il Federated Learning of Cohorts o FLoC è stato annunciato da Google il mese scorso, prima del divieto dei cookie di terze parti in Chrome. Come sappiamo, i cookie vengono utilizzati dai siti per tracciare le nostre attività mentre ci si sposta da una pagina all’altra, registrando la cronologia di navigazione, le abitudini di acquisto e altro ancora.

Google afferma che eliminerà gradualmente la tecnologia, che viene utilizzata per indirizzare gli annunci online, nel 2022 come parte del suo impegno a migliorare la privacy degli utenti. Al suo posto ci sarà appunto FLoC, effettivamente un sistema di cookie meno invasivo, pensato per migliorare l’anonimato mentre continua a raccogliere i dati per annunci mirati.

Come funziona

I critici della nuova tecnologia, che è in fase di sperimentazione nello 0,5% degli utenti di Chrome in paesi come Australia, Canada e Stati Uniti, affermano che dà ancora la priorità ai profitti aziendali rispetto alla privacy. Uno di questi critici è il gruppo no-profit The Electronic Frontier Foundation (EFF), che ha creato un sito web che consente alle persone di sapere se sono state scelte come “cavie” nell’esperimento tecnologico di Google. I visitatori di Am I Floced devono semplicemente toccare il pulsante “controlla l’ID FLoC” per scoprire se vengono monitorati segretamente dalla tecnologia. Lo strumento è progettato per aumentare la consapevolezza della privacy del web e contribuire a creare un “Internet migliore per tutti”, secondo l’EFF.

Leggi anche:  BPER Banca, parte il crowdfunding per i progetti vincitori del bando "Il futuro a portata di mano"