Tim Cook avverte che non ci saranno prodotti Apple per tutti

Tim Cook avverte che non ci saranno prodotti Apple per tutti

La carenza dei chip sta rallentando concretamente la produzione di iPhone e Co.

Apple ha avvertito di potenziali carenze di prodotti con il suo marchio nel corso dell’anno. La carenza di chip è stata accelerata principalmente dalle interruzioni causate dalla pandemia e dalla scarsità di alcune materie prime in paesi fornitori, come il silicio. Le industrie di tutto il mondo stanno lottando per soddisfare un’impennata della domanda di prodotti tra automobili, gadget hi-tech e smartphone ed è evidente che accontentare tutti non è possibile. Per questo, l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, ha affermato che i problemi di fornitura potrebbero influenzare i prodotti con a bordo il chip M1 proprietario, tra cui il nuovo iPad Pro e iMac 2021, per i quali la compagnia ha una catena di produzione ancora non perfettamente a regime e comunque messa sotto pressione dalla situazione pandemica.

Un 2021 di ripresa

Tim Cook ha spiegato alla BBC: “Ci aspettiamo di essere limitati dall’offerta, non dalla domanda. Le carenze riguardano principalmente ‌iPad‌ e Mac. Abbiamo una buona gestione della nostra richiesta, ma cosa stanno facendo tutti gli altri, non lo so. Faremo del nostro meglio, questo è quello che posso dire”. Cook ha aggiunto che sarà molto difficile capire quando le scorte diventeranno critiche: ma se gli impianti di produzione stanno lavorando quasi a piena capacità, ci vorrà del tempo per soddisfare la crescente domanda. Apple ha visto aumentare le vendite nel reparto telefoni, app e altri dispositivi durante la pandemia, con i consumatori che hanno trascorso più tempo a lavorare da casa, fare acquisti e cercare intrattenimento online. Il lancio degli iPhone con 5G ha dato maggiore spinta al reparto, anche se il boom è atteso solo nel 2022.

Leggi anche:  Riello Elettronica: numeri di successo e attenzione al territorio