Salute e innovazione

Enrico Calise head of sales - Centro Sud di Axians Italia

Ridisegnare spazi e relazioni per sviluppare modelli sanitari innovativi

Se ci fermassimo ad analizzare quanto successo nell’ultimo anno, potremmo dire che il COVID è stato un acceleratore per l’IT, così come l’IT lo è stato per il settore della Sanità. La pandemia ha probabilmente anticipato di circa
10 anni il prossimo futuro e in ambito sanitario stiamo assistendo a una rivisitazione delle infrastrutture delle amministrazioni legata a un corretto trattamento del dato. Alcune di queste nuove applicazioni e funzionalità sono:

■ il teleconsulto
■ il triage dei pazienti da remoto
■ la videocomunicazione tra pazienti e familiari
■ la centralizzazione delle cartelle cliniche
■ l’utilizzo di sistemi di sicurezza fisica per il conteggio delle persone e per la verifica della
temperatura
■ le tecnologie incluse nell’IoT per il monitoraggio dei dispositivi clinici e dei parametri vitali

Tutto ciò ha fatto sì che il dato, il suo trasporto e la sua conservazione siano da considerarsi
elementi strategici. Il prerequisito essenziale diventa avere infrastrutture di rete performanti e resilienti, capaci di trasferire flussi di traffico con una mole di dati enorme.

Altro elemento fondamentale, che sta contribuendo alla crescita dell’IT all’interno della Sanità, riguarda la protezione del dato stesso. I dati trattati dalle amministrazioni sanitarie
sono dati sensibili per i quali è necessario operare in un regime di protezione severo attraverso l’utilizzo di strumenti, soluzioni e servizi di cybersecurity. Axians negli ultimi anni, ha contribuito notevolmente a consolidare le reti dati e di fonia di diverse ASL. Ciò è stato possibile a seguito di un consolidato rapporto di partenariato con alcuni tra i maggiori operatori di telecomunicazioni nazionali, titolari degli strumenti amministrativi essenziali per sviluppare e realizzare progetti di questo tipo. Attraverso convenzioni Consip, abbiamo avuto la possibilità di progettare e realizzare per le Amministrazioni Sanitarie, reti di comunicazione ad alta velocità, sistemi di collaborazione voce e video pronti a essere utilizzati per le attività di teleconsulto e di didattica a distanza, sistemi di messa in sicurezza delle reti e anche soluzioni applicative tra cui l’archiviazione sostitutiva o il protocollo informatico, essenziali nella gestione dei servizi amministrativi da parte delle ASL. Le soluzioni e le applicazioni oggetto di questi progetti sono state affiancate dall’erogazione di servizi di gestione e assistenza tecnica continuativi (24h/7gg) al fine di monitorare costantemente ogni sistema ed evitare interruzioni di pubblico servizio.

Leggi anche:  La smart factory a 360 gradi

Quanto evidenziato rappresenta il processo di digitalizzazione che sta cambiando il modo di gestire e operare all’interno del contesto sanitario. Un processo siffatto, necessita, come prerequisito di base, di infrastrutture adeguate e sicure.

Una conseguenza del processo di digitalizzazione è che le amministrazioni sanitarie stanno
valutando come avere flessibilità e portabilità nella gestione del dato. Un’importante evoluzione riguarda la migrazione delle infrastrutture da locali a cloud ibridi, basati su più componenti, cloud pubblico, privato e IT on premise, in modo da consentire attività come:

■ consolidamento degli spazi
■ consolidamento e virtualizzazione degli apparati hardware
■ consolidamento delle soluzioni di continuità operativa
■ consolidamento dei servizi di assistenza e gestione

Axians si pone a fianco delle amministrazioni sanitarie per facilitare questo processo di
consolidamento in corso e si pone a supporto della Sanità italiana per lo sviluppo di soluzioni IoT per abilitare una Sanità “Smart”.