WhatsApp non limiterà gli account che non accettano le nuove policy

WhatsApp non limiterà gli account che non accettano le nuove policy

L’azienda stava per limitare progressivamente le funzionalità per chi non accetta i nuovi termini

Anche chi non accetta le norme norme di privacy imposte da WhatsApp, potrà continuare ad utilizzare il servizio, senza limitazioni. L’app di proprietà di Facebook aveva pubblicato un articolo di supporto, prima che la politica entrasse in vigore il 15 maggio, spiegando che avrebbe limitato progressivamente le funzionalità a cui è possibile accedere fino a quando non si accettano i nuovi termini.

Ora, WhatsApp torna sui suoi passi, nella speranza di mantenere i suoi attuali utenti. Come confermato al sito TheNextWeb: “Date le recenti discussioni con varie autorità ed esperti di privacy, vogliamo chiarire che attualmente non abbiamo in programma di limitare le funzionalità di WhatsApp per coloro che non hanno ancora accettato l’aggiornamento. Continueremo invece a ricordare agli utenti di volta in volta i vantaggi dell’accettare le norme, per ottenere informazioni pertinenti”.

Cosa non cambia

In una pagina di supporto aggiornata, WhatsApp ha affermato che non prevede che i promemoria diventino persistenti, quindi dovrebbero apparire occasionalmente e non abbastanza così spesso da rappresentare un inconveniente. Il servizio di messaggistica ha introdotto per la prima volta la politica sulla privacy aggiornata a gennaio, affrontando l’espansione dei suoi strumenti di messaggistica aziendale e le sue nuove funzionalità di acquisto. Facebook svolge un ruolo nell’abilitazione di tali funzionalità e, a quanto pare, le interazioni commerciali su WhatsApp potrebbero influenzare gli annunci sul sito web della società madre.

Dopo aver citato “confusione e disinformazione” sulla politica aggiornata, WhatsApp ha deciso di reintrodurla a febbraio e di dare alle persone più tempo per rivedere le modifiche visualizzando un banner all’interno dell’app che fornisce maggiori informazioni. Il servizio inizialmente ha avvertito che ti avrebbe impedito di utilizzare del tutto l’app a meno che non si accettassero i termini. Non è più così, anche se WhatsApp potrebbe ancora cambiare posizione in futuro.

Leggi anche:  Nasce Pagine Bianche Salute, per la prenotazione online di visite ed esami diagnostici