Come creare una cultura basata sui dati

Come creare una cultura basata sui dati

Una cultura basata sui dati abbraccia l’uso di essi nel processo decisionale, conscia che i dati aiutino tutti a ottenere prestazioni migliori. Tratta i dati come una risorsa strategica dell’azienda rendendoli disponibili e accessibili.

Per creare una cultura basata sui dati, la sponsorizzazione da parte della Direzione è necessaria, ma non sufficiente. Deve esserci un manager focalizzato sul tema, in grado di creare la giusta struttura organizzativa.

Il Top management

Il Top management ha un ruolo chiave nell’adozione di una cultura data-driven e deve essere attivamente coinvolto nello sviluppo di una strategia per introdurre gli opportuni cambiamenti senza sconvolgere le dinamiche all’interno dell’impresa, al fine di evitare ostilità da parte del middle management e dei dipendenti.

Tratta i dati come una risorsa organizzativa, non una proprietà dipartimentale

In molte aziende, i dati sono custoditi con zelo dai diversi dipartimenti. Questa separazione però inibisce la correlazione presente naturalmente tra i dati. Le organizzazioni spesso esaminano separatamente entrate, costi, inventario e feedback dei clienti a causa del modo in cui vendite, finanza, operazioni e assistenza clienti proteggono ciascuno le proprie informazioni.

Nel mondo digitale di oggi, le organizzazioni devono essere più dinamiche nel trovare e applicare leve diverse, utilizzando le correlazioni per migliorare l’esperienza del cliente e creare prodotti migliori. Questo è possibile solo con un libero accesso ai dati.

Il top management dovrà quindi creare una struttura di governance delle informazioni di facile accesso ai vari dipartimenti.

L’influenza dei dati nelle decisioni aziendali

Una cultura basata sui dati non riguarda solo l’utilizzo di essi per prendere grandi decisioni, ma consente e autorizza molte piccole scelte quotidiane da parte dei dipendenti che li utilizzano.

Leggi anche:  Anche l’informatica deve avere un’Etica

Nell’economia digitale, la velocità è importante e l’utilizzo dei dati per testare rapidamente idee di prodotto, decisioni di progettazione e ipotesi può aumentare e rendere più efficace la risposta dell’azienda alle richieste del mercato.

Parla la stessa lingua

La lingua ha svolto un ruolo essenziale fin dall’antichità nello stabilire e mantenere le culture. Un linguaggio comune aiuta a comunicare i valori, le credenze e le idee che formano la società. La cultura basata sulle informazioni non è diversa. Per creare una cultura basata sui dati, le aziende devono creare un vocabolario comune. Questo inizia con la definizione di metriche aziendali chiave che l’intera azienda comprende e arriva fino a identificare le variabili che alimentano tali metriche.

Conclusione

In sintesi, una cultura basata sui dati prospera quando il management e i dipendenti coinvolti hanno accesso facile ai dati e questi non sono divisi per dipartimenti.

Questo tipo di cultura porta obiettività, trasparenza e innovazione. Promuovendo una cultura basata sui dati su larga scala, le organizzazioni di successo trasformano le informazioni in un elemento di differenziazione nel mercato e un elemento unificatore all’interno della loro azienda.

Scopri di più sui modi per reinventare la tua attività con i dati.