Facebook investe 50 milioni di dollari nel ‘metaverso’

Scandalo Facebook: “Sceglie i profitti invece della sicurezza”

Con la volontà di realizzare un progetto sostenibile, anche dal punto di vista della compatibilità

Facebook ha annunciato di aver stanziato un fondo di 50 milioni di dollari per sviluppare il metaverso in modo responsabile. L’XR Programs and Research Fund è la base di ciò che la società vede come un inizio per “programmi e ricerca esterna” sul metaverso, nel corso di due anni. Facebook ha precedentemente finanziato la ricerca accademica sull’impatto sociale dei dispositivi indossabili AR e ha sollecitato varie proposte di hardware VR. La  società lavorerà con politici, ricercatori e partner del settore durante la costruzione dell’iniziativa. Il metaverso, come inteso dall’azienda di Zuckerberg, è composto da “spazi virtuali in cui è possibile creare ed esplorare servizi con altre persone”. 

Facebook afferma che l’obiettivo del fondo è assicurarsi di costruire la sua parte del metaverso con un occhio alla compatibilità, nonché all’inclusività, alla privacy, alla sicurezza e alle “opportunità economiche”. In questo momento, il più grande programma metaverse di Facebook è una piattaforma chiamata Horizon, che esiste come app beta di Oculus e che consente alle persone di organizzare riunioni in VR. La società afferma che collaborerà con organizzazioni come Women in Immersive Tech, Africa No Filter, Electric South e Organization of American States per realizzare scenari specifici di utilizzo.

il vicepresidente di Facebook, Nick Clegg, ha parlato del programma, definendolo “un inizio” e sperando che questo possa aiutare già a fornire quelle risposte che i regolatori avanzeranno quando cominceranno a porsi domande sulla tecnologia. Secondo gli analisti, sebbene 50 milioni di dollari siano una somma non irrisoria, è una parte molto piccola di ciò che Facebook guadagna in un solo trimestre. L’azienda afferma che continuerà a condividere gli aggiornamenti sui progressi del programma, così come i futuri partner che verranno aggiunti di volta in volta.

Leggi anche:  Facebook aggiungerà l’etichetta “satira” sotto alcune pagine