Business Follows Campione della Crescita 2022

Si conferma vincente il focus sull’Open Source

L’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, in collaborazione con Repubblica Affari e Finanza, ha selezionato Business Follows tra un campione di 25.000 organizzazioni, inserendola nella long list composta da 600 aziende italiane con la maggiore crescita del fatturato nel triennio 2017-2020. Alla quarta edizione, il rapporto pubblicato il 01 Novembre 2021 da Affari e Finanza è un riconoscimento delle eccellenze dell’economia italiana.

La storia di Business Follows è simile a quella di molte altre startup di oltreoceano, fatta eccezione per il fatto che diversamente da esse è un’impresa italiana, con una spiccata vocazione per l’internazionale.

Quasi cinque anni fa i fondatori, Raffaella Corona, sociologa del lavoro con un’importante carriera nella vendita di servizi IT e Roberto Galoppini, informatico con la passione per il software ‘aperto’, decidono di unire le forze per creare un’azienda con una missione molto particolare: aiutare le imprese ad utilizzare al meglio il software open source per conseguire i loro scopi.

Roberto, che in passato ha lavorato per uno dei più noti portali di software libero al mondo, seleziona una piccola rosa di progetti Open Source a cui proporre servizi a valore aggiunto con particolare riferimento alla sostenibilità economica, mentre Raffaella inizia lo scouting per la costruzione di una rete di aziende a cui proporre campagne promozionali basate sull’utilizzo di spazi pubblicitari innovativi rivolti ad un pubblico selezionato.

Ad appena un mese dalla costituzione l’azienda raggiunge il break-even, nel frattempo Roberto si impegna a trovare talenti capaci di velocizzare lo sviluppo delle soluzioni open proposte, per arrivare entro il primo anno a creare versioni commerciali delle stesse.

Leggi anche:  Credem e Latteria Soresina: prima operazione in Europa di finanziamento con pegno rotativo e tecnologia blockchain

Con un team di sviluppo disperso e localizzati su tre continenti l’azienda presenta una crescita a due cifre di anno in anno, cominciando ad allargare il portafoglio della propria offerta che include soluzioni per il trasferimento di file, la loro condivisione e trasmissione in streaming.

Alla fine del secondo anno inizia a collaborare con realtà del panorama internazionale, è in questo frangente che Business Follows e Storj, un’azienda statunitense specializzata nelcloud distribuito e finanziata con l’utilizzo di fungible token denominati STORJ, integrando le proprie soluzioni con quelle della startup americana sviluppano un modello di co-marketing basato sulla valorizzazione del bacino di utenti delle soluzioni proposte dalla BF.

Occorrerà qualche anno prima che la collaborazione sviluppi a pieno il suo potenziale, ma nel 2020 i risultati confermeranno la qualità della scelta di partenariato strategico effettuata, e grazie ai risultati economici ottenuti permetterà all’azienda di investire sullo sviluppo di ulteriori tecnologie, i cui risultati ed il trend di crescita sono stati già confermati nel corrente anno.

La ricetta adottata è semplice: perseguire il soddisfacimento degli utenti grazie a versioni libere e gratuite dei propri programmi, concepire soluzioni a valore aggiunto che possano essere commercializzate senza rischiare di compromettere il rapporto con la community, iterare il processo più e più volte, allargando il panorama dell’offerta e perseguendo l’obiettivo di una ‘ubiquità’ tecnologica che permetta ai clienti di accedere ai servizi offerti ovunque si trovino e con qualunque piattaforma vogliano lavorare (Windows, Mac, Linux o mobile).

“Siamo davvero orgogliosi e grati di questo risultato,” ha dichiarato Raffaella Corona, amministratore delegato di Business Follows, “non solo perché conferma la validità delle nostre scelte in materia di monetizzazione di soluzioni Open Source, ma perché dimostra come l’essere un’azienda remote-first non costituisca un impedimento alla crescita più elevata. 600 aziende italiane trainano lo sviluppo – recita il titolo dell’articolo, sapere Business Follows al 138° posto in un periodo molto difficile per l’economia mondiale, in un arco temporale che include pandemia e post lockdown è per noi fonte di ispirazione per continuare a credere e crescere nella nostra geografia, pur rimanendo connessi con i mercati internazionali”.

Leggi anche:  Women@Now: la community ServiceNow che elimina il gender gap

“Siamo un’azienda giovane,” ha aggiunto Roberto Galoppini, Direttore della Strategia di  FileZilla e Presidente di Business Follows, “con obiettivi di crescita molto ambiziosi: a breve lanceremo la versione commerciale del nostro File server, la cui versione libera è stata rilasciata a Settembre e conta oltre 10.000 download giornalieri, seguirà la versione mobile di FileZilla Pro, che conta già 250.000 clienti.”