Oracle Cloud Infrastructure: nuovi servizi e funzionalità per dare ai clienti ancora più flessibilità

Oracle Cloud Infrastructure: nuovi servizi e funzionalità per dare ai clienti ancora più flessibilità

I nuovi volumi flessibili di block storage adeguano automaticamente le caratteristiche di performance con il variare del carico di lavoro: una novità assoluta nel settore

Oracle Cloud Infrastructure (OCI) si espande con 11 nuovi servizi, funzionalità di calcolo, networking e storage che permettono ai clienti di eseguire i loro carichi di lavoro più velocemente e in modo più sicuro, a costi inferiori.

Le nuove offerte forniscono ai clienti servizi di infrastruttura di base veramente flessibili che ottimizzano automaticamente le risorse per soddisfare i requisiti delle applicazioni e ridurre significativamente i costi. Grandi organizzazioni globali, tra cui Vodafone, Samsung Securities, GoTo e Cox Automotive, si affidano a OCI per eseguire tutti i tipi di carichi di lavoro, dai microservizi all’AI.

L’adozione del cloud a livello globale continua a crescere rapidamente, per supportare la trasformazione dei modelli di business e l’aumento nella richiesta di tecnologie remote sicure. Tuttavia, una serie di errati preconcetti inerenti al cloud pubblico frena ancora molte aziende dal comprendere appieno tutti i vantaggi del cloud. Per esempio, una credenza comunemente diffusa è che i clienti debbano riscrivere le loro applicazioni per il cloud e avere a che fare con modelli di pricing complessi per raccogliere i frutti di questa tecnologia. Inoltre, molte organizzazioni credono di dover fare scelte tecnologiche diverse per scalare la loro operatività. Grazie alle novità annunciate oggi, OCI offrirà ai clienti ancora più semplicità e flessibilità in modo che scalare possa essere conveniente e facile, e non richieda faticose riscritture delle loro applicazioni.

“OCI continua a rompere le regole nel cloud, aiutando i clienti a eseguire i loro carichi di lavoro più velocemente, in modo più sicuro e più economico”, ha detto Clay Magouyrk, executive vice president, Oracle Cloud Infrastructure. “I clienti possono costruire applicazioni cloud native su OCI con il supporto di Kubernetes, aperto e basato su standard, mentre i clienti di AI e high-performance computing possono costruire alcuni dei più veloci cluster di calcolo nel cloud”.

Innovazioni OCI per calcolo, networking e storage

OCI Compute offre ai clienti la possibilità di utilizzare macchine bare metal o virtuali. Le istanze bare metal di OCI offrono elevate prestazioni per le applicazioni enterprise e danno ai clienti il massimo controllo e isolamento. Le macchine virtuali flessibili permettono ai clienti di massimizzare il total cost of ownership dei loro carichi di lavoro, grazie a caratteristiche come la memoria flessibile, la CPU sub-core burstable e le istanze preemptible, permettendo loro di ottimizzare e sfruttare l’elasticità della capacità di calcolo in modo da consumare solo ciò di cui hanno bisogno. La capacità di scalare verticalmente all’interno di un’istanza di calcolo, così come di scalare orizzontalmente aggiungendo altre istanze, permette ai clienti di ottenere elasticità senza la necessità di riscrivere le applicazioni e riduce il rischio e i costi della migrazione al cloud. I nuovi servizi includono:

  • Istanze Container: consente ai clienti di utilizzare i container senza gestire direttamente la VM che li ospita o la necessità di una orchestrazione con Kubernetes. OCI si occupa di creare l’istanza con un’immagine sicura del sistema operativo, la rete e lo storage.
  • Istanze AMD E4.Dense Compute: : Sono indicate per carichi di lavoro dei clienti che beneficiano delle unità NVMe direttamente collegate, che forniscono uno storage a bassa latenza. Questo include: i carichi di lavoro dei database (per esempio, database relazionali, database NoSQL), lo storage virtualizzato con collegamento diretto, il caching e il data warehousing.
  • Oracle Cloud VMware Solution on AMD: fornisce ai clienti le nuove opzioni a 32, 64 e 128 core basate su processori AMD, fornendo loro opzioni di densità di distribuzione delle VM per host SDDC leader nel settore, che si rivolgono a casi d’uso che beneficiano di un elevato numero di CPU e/o di memoria. OCI offre oltre 2,5 volte più memoria e CPU per host rispetto ad altre offerte.
Leggi anche:  Sempre più cloud in Italia

OCI Networking aiuta i clienti a connettersi in modo sicuro alla rete cloud virtuale (VCN) di OCI e a creare dinamicamente ambienti isolati e sicuri per i loro carichi di lavoro. Tutte le funzionalità necessarie, compresi i firewall applicativi, i load balancer e il peering di rete sono stati ottimizzati per semplificarne il provisioning e la gestione. Inoltre, il load balancer flessibile, disponibile in tutto lo stack di rete, permette ai clienti di ottimizzare le prestazioni e i costi. Come risultato, OCI Networking può gestire carichi di lavoro di rete su scala globale con alcuni dei costi più bassi del mercato. I nuovi servizi e funzionalità includono

  • Content Delivery Network (CDN) Interconnect: Stabilisce connessioni di peering diretto con fornitori CDN di terze parti selezionati per offrire larghezza di banda in uscita a costo zero per OCI Object Storage. I costi da origine a CDN sono una parte significativa dei costi CDN complessivi e OCI sta riducendo drasticamente questi costi per i clienti, anche per i CDN di terze parti. OCI offre attualmente questa capacità in Nord America per Cloudflare CDN.
  • Content Delivery Network (CDN) Service: Consente ai clienti di fornire contenuti digitali agli utenti finali da una posizione vicina in una rete geograficamente distribuita. I clienti beneficiano di API integrate, console, fatturazione via Universal Credit e integrazioni più strette tra OCI Object Storage, Compute e CDN per ridurre i costi del traffico in uscita origin-server-to-CDN.
  • Flexible Web Application Firewall (WAF): permette ai clienti di definire una singola policy WAF per proteggere le applicazioni dagli exploit comuni (ad esempio, OWASP Top 10) e applicare la policy a livello di load balancing o a livello edge.
  • Web Application Acceleration (WAA): supporta il caching e la compressione delle risposte web HTTP nel load balancer.
  • Network Visualizer: consente ai clienti di eseguire un controllo della connettività basato sulla configurazione e di visualizzare il percorso della rete insieme alle informazioni sulle entità della rete virtuale nel percorso. Questo aiuta i clienti a identificare e correggere i più comuni errori di configurazione della rete virtuale.
  • vTAP: consente la cattura e l’ispezione dei pacchetti di rete OCI per facilitare la risoluzione dei problemi, l’analisi della sicurezza e il monitoraggio dei dati senza impatto sulle prestazioni.
Leggi anche:  Le aziende sono preoccupate dalla gestione dei nuovi sistemi cloud

OCI Storage offre ai clienti opzioni di cloud storage ad alte prestazioni e a basso costo con i servizi di object storage, block storage, file storage e archive storage. Un singolo tipo di block volume è in grado di supportare ogni tipo di carico di lavoro, dal costo più basso alle prestazioni più elevate, ed è riconfigurabile a caldo senza interrompere i carichi di lavoro. Questo si traduce in un servizio flessibile che può soddisfare i requisiti di applicazioni aziendali con SLA più elevato a un costo inferiore del 95% rispetto ad altre offerte cloud. I nuovi servizi e capacità includono:

  • Flexible Block Volumes con Auto-tuning basato sulle Performance: Pprmette ai clienti di cambiare automaticamente le caratteristiche delle prestazioni dei volumi di storage a blocchi in risposta al variare delle richieste del carico di lavoro. Questa è una capacità unica oggi nel mercato del cloud e aiuta i clienti a soddisfare automaticamente i picchi di domanda, e aiuta a ridurre i costi di storage quando la domanda è bassa.
  • ZFS ad alta disponibilità: fornisce il file server ZFS in uno stack di distribuzione altamente disponibile e automatizzato che utilizza OCI Block Volumes come storage.

I commenti di clienti e analisti

Abbiamo selezionato OCI per eseguire le nostre videoconferenze”, ha detto Sascha Kuemmel, vice presidente, Technology Strategy, GoTo. “Spostare questo carico di lavoro ha richiesto zero riscrittura delle applicazioni grazie alla compatibilità di OCI con Kubernetes e alle sue caratteristiche di rete. Abbiamo risparmiato il 50 per cento sui nostri costi IT grazie a un uso più efficiente delle risorse e a tariffe di larghezza di banda inferiori.”

“OCI ci ha permesso di aumentare il numero di simulazioni Monte Carlo che siamo in grado di eseguire del 25%”, ha detto Ian Brunton, Application Development Group Leader, Oracle Red Bull Racing. “Sfruttando uno stack tecnologico moderno, utilizzando la potenza e la flessibilità di Kubernetes, siamo in grado di scalare la nostra piattaforma di simulazione mantenendo i costi entro le strette regole di spesa definite dallo sport.”

Leggi anche:  I servizi cloud stanno trasformando il modo in cui viene creato valore nel settore dei servizi finanziari

“Stiamo eseguendo centinaia di GPU bare metal collegate in una rete cluster RDMA con un file system condiviso per addestrare modelli AI”, ha dichiarato Jonas Andrulis, CEO e fondatore di Aleph Alpha. “La capacità di OCI di mettere in cluster centinaia di CPU e GPU bare metal con bassa latenza crea un ambiente robusto che ci fornisce oltre 140 teraflop di prestazioni di addestramento su richiesta e a un costo molto inferiore”.

“Abbiamo spostato la nostra Oracle E-Business Suite su OCI e centralizzato le nostre attività di fatturazione e liquidazione per le nostre aste auto, tra cui Manheim, il più grande mercato all’ingrosso di veicoli del mondo”, ha dichiarato Maria Riley, vicepresidente, Corporate Systems, Cox Automotive. “Abbiamo risparmiato oltre 4,5 milioni di dollari all’anno e ridotto il tempo necessario per mettere in produzione un nuovo codice da due settimane e mezzo a tre giorni”.

La promessa del cloud è sempre stata quella di pagare solo ciò di cui si ha bisogno, ma i clienti continuano a sovra-dimensionare a causa delle rigide opzioni di configurazione della maggior parte delle piattaforme cloud”, ha dichiarato Dave McCarthy, research vice president, Cloud and Edge Infrastructure Services, IDC. “OCI ha fatto passi significativi per affrontare questo problema introducendo nuovi servizi flessibili di computing, storage e infrastruttura di rete nell’ultimo anno. I clienti OCI possono ridurre i costi facendo corrispondere in modo più accurato il consumo alla domanda”.

I nuovi servizi e funzionalità OCI sono previsti nel corso del 2022.