La sfida della gestione del flusso di cassa multisocietaria

La sfida della gestione del flusso di cassa multisocietaria

Come migliorare la gestione del cashflow nei gruppi e nelle aziende multientità in tutti i settori di business al centro del whitepaper di Agicap

SCENARIO

Secondo il Report ISTAT del 2018 in Italia ci sono circa 100 mila gruppi di società  che coinvolgono un terzo degli addetti occupati delle imprese presenti nel Registro statistico delle aziende attive (ASIA).  I gruppi di impresa presentano caratteristiche marcatamente polarizzate tra poche strutture di grandi dimensioni e molti gruppi di piccola dimensione. Dati interessanti, questi, che sottolineano come, fra le realtà multisocietarie, le PMI svolgano un ruolo di primo piano nel nostro Paese. In uno scenario di questo tipo diventa fondamentale trovare soluzioni alle sfide che ogni giorno queste imprese con diverse sedi si trovano ad affrontare. Fra queste, merita particolare attenzione la gestione della liquidità che è considerata una delle priorità chiave per dirigenti, CFO e direttori finanziari. In un ambiente costituito da più imprese o sedi, il consolidamento del flusso di cassa rappresenta infatti una delle questioni principali da risolvere al fine di prendere le migliori decisioni strategiche di gruppo. Impostare una previsione o un monitoraggio del flusso di cassa è già, di per sé, complesso e time consuming per una singola impresa. Quando il numero delle entità aumenta, riuscire ad avere una visione dello stato del cash flow a livello di gruppo diventa ancora più difficile per tutti i settori di business.

PERCHÉ E COME OTTENERE UNA VISIONE CONSOLIDATA DEL FLUSSO DI CASSA IN MODO RAPIDO ED EFFICACE?

Avere una visione consolidata del cash flow è essenziale per:

  • monitorare la posizione di cassa del gruppo;
  • anticipare le necessità o le eccedenze di cassa di ogni singola entità;
  • fare previsioni a livello di gruppo per investimenti futuri;
  • negoziare con un partner finanziario nell’ambito di un progetto di sviluppo.
Leggi anche:  Partnership tra Engineering e Tinaba per velocizzare la trasformazione digitale del sistema bancario

Alla luce della grande importanza strategica che ricopre per un gruppo questo tema, il whitepaper si propone di offrire metodi pratici e soluzioni concrete per rendere la gestione della liquidità semplice, veloce e sicura. E non è tutto. Oltre a consigliare metodologie e buone pratiche per ottimizzare la gestione della liquidità e rispondere a tutte le criticità che caratterizzano l’attività dei responsabili amministrativi, fa qualcosa in più. Si concentra sulle soluzioni e racconta, attraverso la testimonianza di casi di successo (Valoptim, Wyz Group, Canard Street, Gruppo Hénaff, Court’ea Crédits ….), come la risposta più efficace alla gestione consolidata del flusso di cassa stia nell’innovazione, automatizzazione e sincronizzazione offerte dai software ad hoc. Optare per un software di tesoreria significa infatti usufruire di uno strumento decisionale che consente di monitorare entrate e uscite di cassa in modo dinamico, costruire previsioni di cash flow e prendere decisioni strategiche per la sostenibilità a lungo termine della società. In buona sostanza, utilizzare un tool di questo tipo significa risparmiare tempo prezioso guadagnando in affidabilità e precisione di analisi.

LA PROPOSTA DI AGICAP

Optare per un software per la gestione della liquidità come Agicap consente di fare previsioni e controllare il cash flow in modo centralizzato, integrando dati bancari e insoluti, impresa per impresa e in modo collaborativo. Applicando tecnologie di intelligenza artificiale a dati rilevanti come i flussi bancari, Agicap è uno strumento di grande valore che consente a CFO e responsabili amministrativi di superare i limiti di una gestione basata su Excel per aprirsi a una più evoluta in grado di:

  • visualizzare facilmente e in tempo reale la liquidità disponibile con dati sincronizzati automaticamente;
  • automatizzare l’aggiornamento del budget e delle previsioni di flusso di cassa;
  • adottare un approccio strategico valutando l’impatto dei diversi scenari possibili sul flusso di cassa.