Zoppas Industries sceglie TESISQUARE per il nuovo portale fornitori collaborativo

Zoppas Industries Heating Element Technologies (ZIHET) ottimizza la supply chain come asset strategico, rendendo più strutturata e omogenea la relazione con clienti e fornitori. Accesso online a tutte le informazioni legate alle transazioni passate e in corso, fino agli accordi o ai progetti futuri in un unico hub

Zoppas Industries Heating Element Technologies (ZIHET) è uno dei più grandi player al mondo che da sessant’anni progetta e produce soluzioni e sistemi scaldanti per applicazioni domestiche e industriali, a livello globale. Alla guida del gruppo Zoppas Industries, che comprende le società ZIHET e Sipa, troviamo Gianfranco Zoppas, erede della storica famiglia di imprenditori veneti che ha contribuito allo sviluppo industriale del nostro Paese. ZIHET vanta stabilimenti produttivi in tutto il mondo (Italia, Svizzera, Francia, Germania, Romania, Serbia, Russia, Cina, Messico e Stati Uniti) e il quartier generale si trova a Vittorio Veneto, in provincia di Treviso. Attualmente, conta quasi novemila dipendenti di cui il 46 per cento è costituito da donne. I settori applicativi delle soluzioni ZIHET sono più di 200 e spaziano dall’elettrodomestico all’automotive, aerospaziale, aeronautico, energia, telecomunicazioni, difesa, fino al medicale e healthcare.

L’azienda è in grado di fare fronte ad ogni esigenza del cliente, dal design su misura alla prototipazione, dall’ottimizzazione alla certificazione dei prodotti con un approccio lean e collaborativo. Un approccio che consente di creare sinergie con i clienti stessi al fine di migliorare le prestazioni dei sistemi e dei prodotti di riscaldamento, mettendo sempre al centro innovazione e tecnologia, strumenti indispensabili per creare un futuro sostenibile. Il Gruppo è riuscito a trasformarsi costantemente nel corso degli anni, dimostrando una straordinaria resilienza che lo ha reso quello che è oggi e quello che potrà essere in futuro. L’elemento distintivo dell’azienda è quello di pensare, progettare e industrializzare una grande complessità di prodotti in tutti gli stabilimenti sparsi per il mondo.

Leggi anche:  Samsung riporta in auge Wallet su Android

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO

ZIHET è impegnata nella digitalizzazione dei propri processi. Il contesto in cui si muove richiede sempre più la capacità di rispondere in maniera efficace, efficiente e flessibile sia alle esigenze che provengono dal mercato sia a quelle interne all’azienda stessa. La digitalizzazione dei processi è pertanto un asset importante, soprattutto quando si parla di supply chain, un elemento strategico per un’azienda come ZIHET. Nasce da qui l’esigenza che ha portato Zoppas Industries Heating Element Technologies a implementare un portale fornitori collaborativo. Il primo passo è stato quello di capire quali potessero essere le aree di miglioramento nella gestione delle relazioni con i fornitori. Una relazione infatti non deve essere unilaterale, ma deve svolgersi nei due sensi, in ambito commerciale, operativo e qualitativo. Particolarmente ambiziosi gli obiettivi finali: massimizzare le risorse interne, rendere più strutturata e omogenea la relazione, standardizzare la comunicazione e ottimizzare i costi.

Un approccio che ha comportato un grande lavoro preparatorio, cominciato a inizio 2021, ma che ha consentito di implementare il portale in Europa nei primi sei mesi di quest’anno e nel luglio 2022 in Cina. In Messico, il portale sarà implementato nel primo quarter del 2023. Progressivamente sarà adottato in tutto il mondo, creando un sistema sinergico e interconnesso. Nell’implementare un nuovo portale, la parte più difficile è l’onboarding dei fornitori, il cui successo dipende molto dal change management. Un’organizzazione deve essere infatti pronta al cambiamento, un processo in cui Zoppas Industries è stata supportata fin dall’inizio dal provider, TESISQUARE, anche tramite corsi di formazione.

Il change management è un percorso molto importante e delicato, che tuttavia viene spesso sottovalutato. In realtà, ha un forte impatto sulle abitudini delle persone, che spesso mostrano una certa resistenza al cambiamento. Il change management è strettamente correlato alla digital transformation. Introdurre nuove tecnologie senza trasformare anche le abitudini e i processi può rivelarsi infatti uno spreco di soldi e di tempo. Gestire le persone – in questo caso i fornitori – dal punto di vista umano significa accompagnarle verso un domani migliore. Per questo motivo, Zoppas Industries raccoglie sempre le richieste degli utenti per operare le modifiche necessarie per un corretto svolgimento dei processi.

Leggi anche:  Outlook cybersec 2022. La mappa degli investimenti

BLUE POWERED BY TESISQUARE

In generale, un portale fornitori collaborativo consente a un’azienda di proporre ai propri fornitori un accesso online a tutte le informazioni legate alle transazioni passate e in corso, fino agli accordi o ai progetti futuri. Sostenibilità, innovazione e tecnologia, non sono solo parole per Zoppas Industries Heating Element Technologies, ma si traducono in azioni concrete, che sono al centro delle soluzioni del gruppo e che coinvolgono l’intera filiera produttiva, per poter fare davvero la differenza. È nato così “Blue”, il nuovo portale fornitori, powered by TESISQUARE, l’azienda piemontese specializzata nella creazione di ecosistemi digitali di supply chain. La piattaforma è stata studiata per la gestione delle anagrafiche fornitori e per il coordinamento delle attività aziendali, accelera i processi aziendali. L’accelerazione dei processi, la riduzione dei tempi di consegna e il miglioramento della qualità sono infatti i principali obiettivi di un sistema di approvvigionamento automatizzato. Il portale permette di consolidare i vari flussi di dati dai sistemi interni ed esterni in un unico hub, consentendo una completa trasparenza e tracciabilità in tempo reale di ogni fase del processo.

Lavorare con i fornitori diventa quindi più efficace, rapido e sicuro, a garanzia di una qualità sempre maggiore per i clienti dell’azienda. La collaborazione viene infatti modernizzata grazie alla completa digitalizzazione della catena di approvvigionamento, un’integrazione facile e multicanale e lo scambio automatizzato di documenti. Consente inoltre la disponibilità tempestiva di tutte le informazioni necessarie per riformulare rapidamente gli accordi con fornitori e subappaltatori a seguito di variazioni improvvise e dirompenti della domanda, ma anche per poter intervenire per eccezione.

CAMBIAMENTO E TRASFORMAZIONE

La proposta targata TESISQUARE rappresenta più di una soluzione tecnologica. L’azienda piemontese ha fornito infatti componenti più “soft”, come il grande supporto al change management, dimostrando così di avere una grande conoscenza del business e dei processi che caratterizzano un’impresa manifatturiera. Il portale permette infatti una gestione proattiva dei servizi dei fornitori, la verifica delle consegne e dei tempi di consegna in conformità ai contratti e la pianificazione delle attività di ricevimento merci.

Leggi anche:  Qualità dei dati e Intelligenza Artificiale: come l'etica può diventare un vantaggio competitivo

Il progetto, ancora in corso, viene monitorato attraverso una serie di KPI che misurano la “temperatura” e l’andamento del portale, man mano che viene implementato. Mensilmente l’azienda riesce a comprendere se sta progredendo in maniera corretta oppure se ci sono degli elementi da tenere sotto controllo. L’obiettivo finale porterà a un miglioramento del processo decisionale, riducendo il time-to-market e risparmiando sui costi.