Minsait si impegna per la parità di genere come pilastro strategico dello sviluppo dei talenti in Italia

Il Gruppo Olidata ottiene la certificazione per la parità di genere

L’azienda ha creato un Comitato per la parità di genere in Italia volto a promuovere la gender equality nel Paese, dove attualmente lavorano più di 700 donne

Minsait pone l’uguaglianza al centro del proprio piano strategico per lo sviluppo dei talenti in Italia. L’azienda ha creato un Comitato per la parità di genere in Italia volto a promuovere l’uguaglianza di genere nel Paese, dove attualmente lavorano più di 700 donne.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato.

Il Comitato, presieduto dall’amministratore delegato Pedro Garcia, sta già attuando misure volte a promuovere la parità, che porteranno all’ottenimento delle certificazioni in materia previste dalle direttive europee (Uni/Pdr 125:2022) e della certificazione WWI (Winning Women Institute).

Tra le misure in corso di attuazione in Italia, spiccano: sensibilizzazione sui temi della parità; visibilità del talento femminile dei professionisti di Minsait; formazione per affrontare i processi di assunzione e promozione senza pregiudizi discriminatori; conferma dell’adozione di metodi di lavoro ibridi che permettano la conciliazione tra la vita personale, familiare e lavorativa; azioni volte a raggiungere la parità tra uomini e donne a tutti i livelli dell’organizzazione e della scala retributiva; e implementazione di nuove linee guida per un linguaggio inclusivo nelle comunicazioni aziendali.

Attraverso queste iniziative, Minsait conferma l’uguaglianza di genere come uno dei valori fondanti della sua cultura aziendale. Infatti, nell’ultima indagine condotta tra i suoi professionisti in Italia, il 93,8% afferma che la cultura aziendale sostiene la diversità. L’88,5% afferma che le valutazioni delle prestazioni vengono effettuate secondo criteri strettamente meritocratici. Inoltre, l’85,3% ritiene che le opportunità di carriera siano uguali per tutti, a prescindere da identità e orientamento sessuale, nazionalità, religione, età, ecc.

Nel 2022, Minsait è stata premiata in Italia come migliore azienda per il lavoro femminile dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ITQF e da La Repubblica – Affari & Finanza. L’azienda è stata riconosciuta da uno studio di social listening che analizza nel dettaglio i commenti online di dipendenti e collaboratori, ed è stata selezionata tra le 200 migliori aziende italiane per le donne, su un campione di 2.000 aziende.

Leggi anche:  Imprese innovative in Italia: Lombardia, Lazio e Veneto al comando

“L’uguaglianza e la parità di genere sono un pilastro fondamentale della nostra strategia di sviluppo dei talenti. Nonostante i risultati ottenuti negli ultimi anni, la strada da percorrere è ancora lunga. Il Comitato per la parità di genere e il piano d’azione che stiamo attuando in Italia ci aiuteranno a creare un ambiente ancora più equo, inclusivo e rispettoso delle diversità. Questa è la nostra responsabilità e il nostro impegno civico come azienda leader nella tecnologia e nella trasformazione digitale”, ha dichiarato Dalila Barone, responsabile di Talento di Minsait in Italia.