Nasce il nuovo Ehiweb, un sito che va oltre l’offerta di connettività

Nasce il nuovo Ehiweb, un sito che va oltre l’offerta di connettività

Da Bologna a Gaeta, fino a Berlino: una rete di professionisti per dare vita al nuovo sito web del provider che copre a 360 gradi le esigenze di persone e imprese

Spesso un nuovo sito web rappresenta per un’azienda, di qualsiasi settore e dimensione, un importante punto di ripartenza rispetto al passato. Una vetrina digitale che deve rispecchiare gli obiettivi del business ma anche valori più profondi, quanto mai importanti in un mondo che corre veloce e che non ha sempre tempo per approfondire e soffermarsi più di qualche secondo su un portale.

Anche da queste rilevazioni nasce la nuova idea di siti web di Ehiweb, un provider di telecomunicazioni che si rivolge al pubblico e al privato, con un’offerta variegata che va dalle connessioni internet in fibra a quella dedicata, persino SIM tradizionali e per l’internet delle cose, con la volontà di coprire a 360 gradi le richieste di connettività delle persone.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato.

«Sappiamo di essere inseriti in un contesto sfidante» ci dice Luigi De Luca, Responsabile Comunicazione di Ehiweb. «Competere con giganti del campo non è facile e per questo abbiamo deciso di puntare laddove le persone riscontrano punti di debolezza nei competitor. Non solo qualità del servizio dunque ma anche un contatto semplice e veloce per supporto, con la certezza di essere seguiti in caso di bisogno».

La storia di Ehiweb, con base a Bologna, è relativamente recente. Fondata nel 2004, ha sempre mantenuto un profilo imprenditoriale territoriale, rivolgendosi ad un pubblico consapevole e informato su ciò che sta acquistando, con il vantaggio di avere un interlocutore nazionale con cui parlare.

«Ma non solo connessioni: ci occupiamo anche del loro backup, per dare una copertura a 360 gradi di quella che viene definita oggi business continuity». Nel panorama delle telecomunicazioni, così eterogeneo e sfidante, l’idea alla base di Ehiweb è quella di porsi come interlocutore unico per la gestione globale delle necessità telco. «Ci rivolgiamo ad una nicchia di pubblico che ben comprende il valore di un’offerta specializzata, che dal punto di vista del marketing non compete con i big ma può farlo sicuramente dal punto di vista dell’assistenza e di supporto al cliente» continua De Luca.

Leggi anche:  WhatsApp rende le call di gruppo più utili
Luigi De Luca, Responsabile Comunicazione di Ehiweb

Il nuovo sito

In questo percorso di consolidamento, nasce la volontà di rifondare il sito web, puntando su alcuni pillar fondamentali. Possiamo sintetizzarli nella voglia di semplificare la navigazione del cliente, nel distinguere in maniera più chiara i canali privati e aziendali, e nel porsi anche come riferimento digitale su tematiche di telecomunicazioni, grazie al vasto know-how di un blog che ospita oltre 600 articoli, realizzati in più di un decennio. «Abbiamo dato un’importanza centrale alla reperibilità delle informazioni. Insieme a tali notizie, anche 40 guide che non sono finalizzate alla vendita di un prodotto o di un servizio ma si pongono come modo di divulgare conoscenza, con l’obiettivo di essere trasparenti e corretti, a prova di fact checking”.

Il sito è stato progettato con diversi team interconnessi, tra Torino, Bologna, Gaeta e Berlino, dividendo i lavori su figure dedicate, dalla SEO alla grafica. Oltre ai gruppi interni, Ehiweb si è avvalsa anche di collaboratori esterni, tra cui Claudia Busetto, Simone Montanari, Tatiana Schirinzi e Andrea Chiga, Daniela Scapoli e Roberta Tafuri. «Il processo è cominciato con un workshop organizzato insieme a Claudia Busetto e Vincenzo Di Maria di Commonground e con la partecipazione dei nostri consulenti SEO Tatiana Schirinzi e Andrea Chiga di La Scribacchina. Con la graphic designer Roberta Tafuri e l’esperto di UX Simone Montanari, il team ha rivisto l’uso del colore e controllato che tutte le combinazioni fossero accessibili mentre Daniela Scapoli si è occupata dei testi».

De Luca ci tiene a specificare anche la nuova area dedicata ai partner, che rappresentano una voce importante di Ehiweb nel mercato nostrano. «Tre le aree principali del sito: privati, business e diventa rivenditore. La prima comprende tutta l’offerta dedicata ai clienti privati mentre nella business sono presenti le soluzioni per partite IVA e grandi imprese. Diventa rivenditore racchiude la pagina dedicata a scoprire chi sono i Business Partner, i Wholesale e le differenze tra le due figure». Non manca ovviamente il pulsante per contattare l’assistenza, un punto distintivo che spesso De Luca cita.

Leggi anche:  IDA presenta 001 Missione Data Center, la prima serie a fumetto che spiega come funziona la Digital Economy

Carrelli più funzionali, usability migliorata, facilità di accesso e navigazione con mappe grafiche che aiutano, anche attraverso l’uso dei colori, nell’orientamento. Questi gli elementi salienti della riprogettazione della presenza in rete di Ehiweb, uniti ad un ordine generale nell’organizzazione dei contenuti e dei servizi offerti, per trarre il più alto grado di valore da un provider che riesce ancora a mettere il cliente al centro della sua strategia. Qualcosa che si legge spesso in giro, ma che si applica sempre di meno.