Ministero della Difesa e Adobe per la digitalizzazione dei processi concorsuali

Il dicastero del governo italiano deputato all’amministrazione militare e civile della difesa digitalizza i processi con la soluzione Adobe LiveCycleES e abbatte gli errori nella compilazione della modulistica

Adobe Systems e il Ministero della Difesa Italiano presentano, in occasione di Forum PA 2010 (Roma, 17-20 maggio), il progetto di digitalizzazione dei processi concorsuali per l’arruolamento civile e militare. Grazie all’implementazione di Adobe LiveCycle ES, il Ministero della Difesa rivoluziona completamente la gestione concorsuale, raggiungendo importanti risultati in termini di efficienza e di riduzione degli errori e adeguandosi alle direttive dettate dal Governo Italiano.

L’Ufficio Pubblica Informazione – Sezione Internet dello Stato Maggiore della Difesa – ha ripensato l’intera gestione delle fasi dell’iter concorsuale e, in collaborazione con le Forze Armate ha studiato l’introduzione di un nuovo supporto informativo che portasse benefici sia al cittadino che si relaziona con il Ministero sia al personale del dicastero stesso.

Per soddisfare queste esigenze è stato progettato con Adobe, e in collaborazione con Fabaris Enterprise Solution Partner di Adobe, un nuovo sistema che riguarda la dematerializzazione dei documenti amministrativi, la semplificazione della modulistica per la partecipazione ai concorsi online e il miglioramento dei flussi di comunicazione con i cittadini.

L’introduzione della soluzione Adobe LiveCycle ES ha permesso al Ministero di innovare la propria struttura e di recepire le sempre più attuali e precise direttive attinenti la dematerializzazione dei documenti e la semplificazione delle pratiche e delle relazioni, divenendo un ente all’avanguardia.

La soluzione Adobe, cuore tecnologico del progetto, garantisce una gestione dell’iter concorsuale completamente automatizzata, altamente performante e affidabile, semplificando e rendendo più sicura la compilazione della modulistica online da parte dei cittadini e ottimizzando i flussi di lavoro del personale del Ministero della Difesa.

Leggi anche:  InfoCert partecipa al progetto europeo IMPULSE per facilitare l’identificazione online nei servizi pubblici

Questo sistema innovativo consentirà entro il 2011 la gestione digitale di tutti i concorsi che precedentemente erano processati in versione cartacea e che ammontano a circa 100 mila domande all’anno raccolte dalle diverse sedi competenti.

Questo cambiamento comporta una notevole riduzione della quantità di carta utilizzata e archiviata e l’eliminazione degli errori commessi sia dal personale, grazie all’eliminazione della trascrizione manuale dei dati, sia dai candidati, attraverso la segnalazione di eventuali inesattezze e omissioni direttamente nella fase di compilazione.

“Il Ministero della Difesa ha intrapreso, grazie ad Adobe, un’importante attività di dematerializzazione dei documenti amministrativi che consente oggi di vantare una posizione assolutamente all’avanguardia e competitiva in linea con le indicazioni governative in materia di digitalizzazione dei documenti pubblici” ha dichiarato il Tenente Colonnello Alessio D’Andrea, Webmaster del Ministero della Difesa.

“Il successo che questo processo di informatizzazione dei servizi ha riscosso presso i cittadini e gli importanti vantaggi raggiunti all’interno, ci spingono a continuare a investire in questa direzione, ampliando ulteriormente il nostro impegno per raggiungere un livello sempre più efficace ed efficiente nella gestione di processi, documenti e relazioni con i cittadini”.

Il Ministero della Difesa ha inoltre conseguito un abbattimento dei costi interni legati all’impiego del personale sulle procedure di inserimento dati e ha ridotto notevolmente il tempo impiegato per verificare la correttezza dei dati – ora sottoposti a verifica incrociata automatica con l’utilizzo di barcode bidimensionali gestiti da Adobe LiveCycle ES – e per gestire i ricorsi generati dal rifiuto di domande presentate in modo inesatto.

L’utilizzo infine di strumenti quali sms ed e-mail e la possibilità di compilare la modulistica anche in locale, garantiscono un dialogo interattivo e immediato con i cittadini sempre più alla ricerca di modi semplici e sicuri per interagire con istituzioni ed enti pubblici.

Leggi anche:  Immuni, Trend Micro: attenzione al protocollo Bluetooth

“In un momento storico in cui continua a essere forte l’attenzione del Governo Italiano per una PA digitalizzata ed efficiente e un miglior servizio al cittadino, la scelta del Ministero della Difesa conferma la crescente consapevolezza presso gli enti pubblici dell’importanza e necessità di innovare e di investire nelle nuove tecnologie”, ha dichiarato Andrea Valle, Enterprise Solution Development Manager, Adobe Systems South-West Europe.

“Da sempre il settore pubblico è al centro della nostra strategia e le competenze tecnologiche consolidate unite all’esperienza maturata collaborando in progetti di successo ci consentono di rispondere alle esigenze di digitalizzazione di tutti i livelli della PA italiana e di garantire significativi ritorni per il Sistema Paese”.

In prospettiva il Ministero della Difesa Italiano ha pianificato di incrementare il proprio livello di digitalizzazione attraverso l’implementazione entro il 2011 della firma digitale tramite la ‘Carta Multiservizi della Difesa’ che permette di sottoscrivere la documentazione e la modulistica relativa ai candidati, già militari, interessati a partecipare a concorsi interni.

Nel prossimo futuro il dicastero ha inoltre l’obiettivo di integrare le informazioni relative ai vincitori dei concorsi all’interno dell’applicativo gestionale in uso presso l’Ufficio Personale del Ministero.

Nei giorni del Forum dedicato alla Pubblica Amministrazione è possibile conoscere tutti i dettagli del progetto presso lo spazio espositivo del Ministero della Difesa Italiano (Padiglione 8 – stand 17b), in cui è ospitata anche Adobe.