Cloud computing: tanti vantaggi ma qualche rischio

I responsabili aziendali intervistati affermano che il cloud non è solo un ‘fenomeno mediatico’ in quanto consente una reale riduzione dei costi

Secondo quanto emerge da una ricerca condotta da Kelton Research e commissionata da Avanade, società di consulenza IT a livello globale, la maggior parte dei responsabili business e IT affermano che il cloud computing rappresenta una scelta tecnologica in grado di migliorare i risultati aziendali.  

Sebbene sia evidente che i sistemi basati sulla ‘nuvola’ abbiano la capacità di ridurre i costi, la maggioranza delle aziende affermano di non avere in programma per i prossimi 12 mesi l’introduzione di tecnologie di cloud computing. 

La ricerca ha coinvolto oltre 500 responsabili aziendali e IT manager di 17 Paesi a livello globale. Condotta in un momento particolare per il settore tecnologico in cui, da una parte il budget per la spesa IT si riduce e, dall’altra, si assiste alla nascita di funzionalità tecnologiche molto innovative; la ricerca riporta i seguenti risultati: 

·         1 intervistato su 5 afferma di credere ai sistemi interni attualmente utilizzati rispetto a quelli cloud-based, in quanto teme per la sicurezza e per la perdita di controllo di dati e sistemi.

·         Allo stesso tempo, la maggior parte degli intervistati afferma che i sistemi utilizzati internamente sono troppo costosi.

·         Gli “early adopter” del cloud computing, invece, dichiarano di aver incrementato gli investimenti in questa tecnologia, avendo riscontrato fin da subito una riduzione dei costi IT up-front e una migliore agilità nel rispondere ai rapidi cambiamenti del mercato. 

I dati riportati di seguito mostrano come le aziende stiano fronteggiando il cambiamento e come possano migliorare la propria produttività con un numero sempre più limitato di risorse: 

Leggi anche:  Nuova nomina in Vertiv

·         Oltre il 50% delle aziende intervistate utilizza la tecnologia per ridurre i costi. La metà degli intervistati, infatti, dichiara di avvalersi delle nuove tecnologie per risparmiare.

·         In generale, i responsabili aziendali e i decision-maker in ambito IT concordano sul fatto che il cloud computing debba essere considerato un’opzione tecnologica reale da tenere in considerazione (71% a livello globale).

·         Circa 2 responsabili IT su 3 nel mondo (65%) e 4 su 5 solo negli Stati Uniti (80%) ritengono che il cloud computing riduca i costi up-front.

·         4 intervistati su 5 affermano che i sistemi IT interni sono troppo costosi.

·         Sebbene circa il 50% delle aziende intervistate si consideri “early adopter di nuove tecnologie, a oggi la maggior parte delle organizzazioni (61% a livello globale) non utilizza ancora sistemi cloud computing.

·         Oltre l’80% delle aziende che utilizza esclusivamente sistemi IT interni non ha in programma di introdurre alcuna soluzione di cloud computing nei prossimi 12 mesi. 

“Questa ricerca condotta a livello globale ha rivelato come i responsabili di importanti aziende riconoscano i benefici che il cloud computing può apportare per potersi distinguere sul mercato ma, al contempo, siano frenati sulla sua adozione per motivi legati alla sicurezza e al controllo dei dati”, ha commentato Raffaele Sgherri, Group Manager Solutions Avanade Italia, che ha poi continuato: “Una delle problematiche che caratterizza questo nostro mercato consiste proprio nel cercare di abbattere queste barriere, supportando le aziende nello sviluppo di una strategia volta a introdurre gradualmente servizi cloud-based e una roadmap a lungo termine per capitalizzare nel futuro l’investimento in cloud computing.” 

I vantaggi del Cloud per un’azienda

Dai risultati della ricerca emerge una crescita del tasso di adozione di alcune tecnologie, quali Internet, email e social network sul posto di lavoro. Sebbene ora ampiamente utilizzate, l’introduzione di queste tecnologie è stata ostacolata da timori legati alla security. Stabilito che non vi sono complicanze in questo senso, il cloud computing rappresenta pertanto un nuovo modello di computing a livello enterprise. Di seguito alcuni dati dai quali si evince il valore ottenuto da un’azienda grazie all’utilizzo di sistemi cloud-based: 

Leggi anche:  Giuseppe Sini (Retelit) nominato Chairman del Management Committee del Consorzio AAE-1

·         Gli intervistati riconoscono che il cloud computing consente alle aziende di:

o       Focalizzarsi sul proprio core business (65%).

o       Reagire prontamente ai rapidi cambiamenti del mercato (62%).

o       Avvalersi delle ultime novità tecnologiche (51%).

o       Essere più flessibili (70%). 

·         Circa un terzo delle aziende che utilizza attualmente sistemi basati sul cloud ha scelto di incrementarne l’utilizzo a fronte dei benefici riscontrati.

·         Le aziende intervistate concordano sulla capacità del cloud computing di ridurre sia i costi up-front sia le spese operative. 

“Le aziende hanno bisogno di affidarsi a best practice e avvicinarsi alle nuove tecnologie per poter essere competitive sul mercato mondiale. Questa ricerca mostra come il cloud computing debba considerarsi la prossima fase dell’evoluzione IT,” ha affermato Sgherri. “La mission di Avanade è quella di supportare le aziende in questo passaggio verso le nuove tecnologie, aiutandole a comprenderne i reali vantaggi”.  

I risultati italiani

Dalla ricerca sono emersi alcuni dati che forniscono un quadro di quella che è attualmente la situazione in Italia rispetto all’adozione di soluzioni di cloud computing:  

·         Più della metà degli intervistati (53%) sostiene di essere tra gli “early adopter” di nuove tecnologie, adottandole spesso anche prima degli altri.

·         La metà degli intervistati (50%) ritiene che, in questo periodo di incertezza economica, nella propria azienda la tecnologia è considerata uno strumento efficace per ridurre i costi.

·         Solo un 43% degli intervistati italiani ha dichiarato di avere “familiarità” con il cloud computing, contro il 61% a livello globale.

·         Ben l’80% delle aziende italiane sta attualmente utilizzando sistemi IT detenuti internamente contro un 5% che sta utilizzando una combinazione di cloud computing e sistemi IT interni all’azienda, mentre solo l’1% utilizza esclusivamente soluzioni di cloud computing.

Leggi anche:  Nuova nomina in FINIX Technology Solutions

·         Per quanto concerne invece la sicurezza, il 77% degli intervistati reputa più sicuro un sistema IT interno all’azienda rispetto a un software fornito tramite Internet.