Compuware APM rafforza la leadership nei Big Data con la visibilità aumentata in Hadoop, NoSQL e Cassandra

Compuware APM for Big Data trova immediate correlazioni nei processi di Big Data e velocizza la risoluzione dei problemi, ottimizzando le performance e riducendo i rischi

Compuware Corporation, the technology performance company che offre una nuova generazione di Application Performance Management (APM), annuncia che Compuware APM for Big Data amplia l’offerta e presenta dashboard rivoluzionarie che, grazie a una visibilità senza eguali, consentono di ottimizzare l’esecuzione dei progetti di big data implementati con Hadoop, NoSQL e Cassandra. Le aziende ora hanno una maggiore conoscenza dei processi di big data e delle transazioni per trovare in pochi minuti il principio di rallentamenti ed errori, invece che impiegare ore o giorni.

I miglioramenti apportati per Hadoop consentono ai team di sviluppo di raggiungere una conoscenza approfondita sugli utenti più attivi di un cluster con una profilazione automatica dei carichi più intensi. I problemi ricorrenti, tra cui la dispersione dei dati nel network, possono essere facilmente identificati cosi come l’utilizzo delle risorse e il monitoraggio che consente l’annullamento dei modelli.

Le innovazioni apportate in Compuware APM for Big Data includono:

• Dashboard rivoluzionarie che non prevedono configurazione per Hadoop, con diretta correlazione di mappe e riduzione per gli utenti di passaggi, pool, code e lavoro. Forniscono all’utente una visibilità senza precedenti sulle prestazioni del cluster in relazione a metriche specifiche di Hadoop e sulle risorse consumate lavorando.

• Supporto completo su Cassandra, incluso il recente rilascio CQL3. Le aziende possono anche ottimizzare l’intero processo di transazione utilizzando l’ultima versione di MongoDB, Hbase e molti altri database NoSQL.

“Compuware APM for Big Data è progettato con la consapevolezza che molte aziende stanno affrontando una sfida importante nel tentativo di gestire i processi più complessi per accedere a insight significativi, in modo semplice e rapido nell’ottica di massimizzare gli investimenti e minimizzare i rischi”, ha dichiarato Steve Tack, Vice President of Product Management for Compuware’s APM business unit. “Le ultime innovazioni e miglioramenti che abbiamo apportato forniscono un vantaggio specifico per le soluzioni Hadoop, NoSQL e Cassandra per semplificare i processi di big data e renderli più trasparenti”.

Hortonworks, il vendor leader dell’intera distribuzione di software Apache open source, è partner di Compuware APM per fornire ai clienti cicli di sviluppo più semplici e veloci in virtù di una visibilità completa sulle performance dei lavori di MapReduce.

“Hortonworks Data Platform è stato progettato per integrare il data management agli strumenti di produttività che le imprese utilizzano ogni giorno”, ha dichiarato John Kreisa, Vice President of Strategic Marketing di Hortonworks. “Realizzato con Apache Hadoop 2, HDP 2.0 offre un’innovativa capacità di memorizzare tutti i dati in Hadoop e interagire con i dati in diversi modi. Il contributo di Compuware APM ad HDP 2.0 e Apache Hadoop 2 consentirà alle aziende di massimizzare il loro investimento nelle tecnologie di big data, snellire i processi in Hadoop e ottimizzare le applicazioni dedicate”.

Compuware ospiterà un live webcast il 27 febbraio sul tema dei big data dove verranno mostrate alcune best practice e casi reali di ottimizzazione dei processi con Hadoop e NoSQL. Per registrarsi, cliccare qui.

Leggi anche:  Altea Federation apre una nuova sede a Napoli