Eddy Cue di Apple entra in Ferrari

Eddy Cue arriva in Ferrari rimanendo comunque responsabile di Siri e mappe presso Apple. Le competenze di Cue serviranno a trasportare i servizi Apple sulle vetture di Maranello

La strada da Cupertino a Maranello non è di certo breve, ma  Eddy Cue ha accettato la sfida. Già senior vice president internet software e service di Apple, che ha subito la sua prima sconfitta nella guerra dei brevetti, ora si appresta a entrare nel Consiglio di Amministrazione della Ferrari, che ha tempo fa stretto partnership con Microsoft, senza perdere la sua precedente carica.

Lo stesso Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, ha dato l’annuncio del nuovo arrivo alla Rossa di Maranello: “Si unisce al nostro Consiglio una delle forze trainanti della Apple. La sua esperienza nel mondo dinamico e innovativo di Internet sarà di grande aiuto per tutti noi”. Montezemolo ritiene infatti Cue “uno degli artefici dei prodotti rivoluzionari della Apple […]. La sua profonda esperienza nel dinamico e innovativo mondo di Internet ci sarà di grande aiuto”.

Cue: “Il design e l’ingegneria Ferrari sono uniche al mondo”

Cue invece si è dichiarato un grande ammiratore della Ferrari da sempre: “Sono molto felice e orgoglioso di far parte del board. È da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi: solo la Ferrari può offrire qualcosa del genere nel mondo dell’automobilismo”.

Presto i servizi Apple sulle vetture di Maranello

I termini dell’operazione non sono ancora stati esplicitati e quale sarà l’apporto di Cue in Ferrari rimane ancora un mistero. Dopo la rivoluzione ai vertici di Apple attuata da Tim Cook, Cue è diventato responsabile di Siri e delle nuove mappe di Apple. Questo potrebbe essere il motivo che ha spinto Maranello a farlo entrare nel suo team. Infatti Apple ha già siglato partnership con Mercedes Benz e altri gruppi automobilistici per portare i propri servizi sulle rispettive vetture

Leggi anche:  TIBCO rinnova partnership con Mercedes AMG Petronas Formula Uno