ETJCA: sicurezza e protezione delle informazioni grazie a Cyberoam

Una delle primarie agenzie per il lavoro in Italia si affida a Cyberoam per mantenere l’efficienza dei suoi servizi e al contempo rispondere alle richieste della normativa vigente rendendo più fluida l’intera gestione di tutte le filiali in Italia

Cyberoam, azienda leader nella sicurezza informatica, annuncia il progetto con ETJCA Spa, una delle più importanti agenzie per il lavoro italiane, per garantire e assicurare il servizio di traffico dati dell’azienda con le sue filiali nonché il controllo della navigazione web in osservanza alla legge 231 vigente.

Con 32 filiali distribuite in tutto il territorio italiano, ETJCA è un’azienda altamente capillare e questa dislocazione comporta anche difficoltà nella gestione dei sistemi e del comparto IT. La crescita dell’azienda e i nuovi requisiti normativi avevano mutato le esigenze in termini tecnologici dell’azienda: ETJCA Spa si trovava da un lato a dover garantire l’affidabilità della rete ADSL, onde evitare la congestione della rete, per garantire sia l’efficienza always-on dei servizi cloud sia il funzionamento della rete VoIP per le chiamate intersede. A questo si aggiungeva l’esigenza di implementare soluzioni stabili per il controllo della navigazione web previsto dalla legge 231, che costituiva la necessità di innalzare i livelli di sicurezza dell’intera infrastruttura.

Per rispondere alle esigenze aziendali in termini di affidabilità della rete e content filtering, ETJCA Spa ha optato per l’implementazione delle soluzioni di sicurezza Cyberoam affidandosi alla professionalità di Horus Informatica e del supporto del rivenditore ACM Solution S.r.l. La struttura territoriale di ETJCA SpA prevede un gestionale centrale raggiungibile da tutte le filiali ed un collegamento peer to peer dei centralini VoIP per gestire il traffico voce IAX intersede. A questo si aggiunge la navigazione internet e i servizi standard quali la posta elettronica.

Leggi anche:  Telsy sceglie le soluzioni Forcepoint per proteggere le IC del Paese

Per le funzioni di antivirus, intrusion prevention e content filtering, per la gestione dei QoS e il controllo della navigazione, ETJCA SpA ha selezionato la potente soluzione Cyberoam CR35ia per la sede amministrativa – un prodotto più complesso in grado di generare anche report – e Cyberoam CR15wi per le filiali principali. Oltre alle questioni primarie legate alla sicurezza e alla prevenzione, queste soluzioni hanno supportato l’azienda nella gestione del load balancing e delle cadute di sistema della sede centrale oltre a garantire l’ottemperanza delle richieste della legge 231

“La potenza e l’efficienza delle soluzioni Cyberoam ci hanno colpito fin dal primo momento ed è per questo che abbiamo deciso di gestire processi chiave e altamente sensibili al cuore della nostra infrastruttura con questi prodotti” ha affermato Giorgio Bersanetti, Responsabile Amministrativo di ETJCA SpA. “Il supporto offerto da Horus Informatica, inoltre, con risposte sempre tempestive e proposte di soluzioni valide come quelle ora presenti in azienda, ci hanno spinto a riflettere su altre possibili migliorie da apportare sul sistema IT e la nostra idea è di continuare a scegliere soluzioni Cyberoam”.

“La scelta di inserire nel nostro catalogo le soluzioni Cyberoam è dovuta al fatto che questa azienda offre soluzioni altamente performanti e affidabili, e trattandosi dell’ambito della sicurezza non è un elemento da poco, a costi contenuti” afferma Massimo Grillo, CEO e General Manager di Horus Informatica. “Ormai in qualsiasi business la protezione delle informazioni e l’affidabilità dei sistemi sono un elemento da cui non si può prescindere. Bisogna pertanto affidarsi a fornitori competenti che possano garantire risposte pronte in ogni momento. Anche per questo abbiamo selezionato Cyberoam per il nostro portfolio di soluzioni e ACM solution S.r.l. in qualità di rivenditore in quanto incarnano la stessa vision di Horus Informatica di fornire al Cliente soluzioni d’avanguardia ma anche servizi correlati di assistenza e supporto” conclude Grillo.

Leggi anche:  Clusit, Faggioli: “Alfabetizzazione digitale è priorità sociale”