Huawei sigla un accordo di partnership con Ajax e Amsterdam ArenA

La squadra di calcio olandese Ajax e Amsterdam ArenA hanno firmato un accordo di partnership con Huawei, azienda leader nelle soluzioni di Information e Communication Technology, nel corso dell’incontro tenutosi presso lo stadio della società

Secondo l’accordo, Huawei sarà partner ufficiale dell’Ajax e business partner di Amsterdam ArenA, il moderno stadio che ospita gli incontri casalinghi dell’Ajax.

Accordo tecnologico

L’accordo tecnologico quinquennale vedrà Huawei, leader consolidato nelle tecnologie wireless, creare all’Amsterdam ArenA la più grande infrastruttura open-access wireless LAN in Olanda. Attraverso questa rete WiFi, sia l’Amsterdam ArenA sia l’Ajax potranno offrire nuovi servizi ai fan e ai visitatori, garantendo un’esperienza unica all’interno dello stadio. Grazie a questa soluzione, tutti gli spettatori saranno in grado di utilizzare la rete WiFi in modo ottimale già dall’inizio del 2015. Durante le partite casalinghe dell’Ajax l’uso sarà completamente gratuito.

Pacchetto di sponsorizzazione

La partnership ufficiale con l’Ajax avrà una durata di tre anni. Il pacchetto di sponsorizzazione prevede la presenza del marchio Huawei durante le partite casalinghe sui display a led e sui media offline e online del club. Questa sponsorizzazione e le relative attività di marketing favoriranno un aumento della riconoscibilità del marchio Huawei.

Huawei ha ricevuto il premio EISA Award per il miglior consumer smartphone europeo del 2013 ed è, sia a livello globale sia in Olanda, la terza azienda nel mercato degli smartphone. Grazie al nuovo prodotto di fascia alta presentato recentemente, Huawei Ascend P7, la quota di mercato è destinata a crescere ulteriormente.

L’accordo unisce tre importanti società di successo. Huawei è leader mondiale nel settore delle infrastrutture mobili e questa partnership rispecchia completamente la strategia di Huawei in Europa, dove mira a collaborare con marchi molto rinomati fornendo loro soluzioni e prodotti innovativi. Per l’Ajax, uno dei più grandi club della storia del calcio, la partnership si sposa perfettamente con la strategia di espansione nel mercato cinese e con l’ambizione di offrire ai propri fan la migliore esperienza possibile. L’Amsterdam ArenA, il più grande e moderno stadio dei Paesi Bassi, utilizzato anche per concerti e altri eventi, vuole offrire la più avanzata e più sostenibile tecnologia ai suoi visitatori.

Leggi anche:  Anche Google ha fatto causa a Epic Games

Henk Markerink, CEO di Amsterdam ArenA, ha commentato: “L’Amsterdam ArenA è sempre alla ricerca di tecnologie innovative per i suoi visitatori. La soluzione di Huawei garantisce una rete WiFi all’altezza delle nostre ambizioni. Siamo molto felici di collaborare con una grande azienda internazionale come Huawei e migliorare ulteriormente i servizi per i nostri clienti”.

Edwin Van der Sar, Chief Marketing Officer di Ajax, ha commentato: “Siamo entusiasti di aver siglato questo accordo. Huawei è la più grande società cinese nei Paesi Bassi e un’azienda altamente innovativa; la loro soluzione tecnologica ci consentirà di offrire WiFi gratuito a tutti i nostri fan. Questo consentirà di vivere allo stadio un’esperienza tutta nuova; sarà infatti possibile registrare e condividere in tempo reale i momenti memorabili durante le partite e consultare i risultati online degli altri incontri”.

Wang Dexian, CEO di Huawei Technologies nei Paesi Bassi, ha commentato: “Huawei è lieta di collaborare con Ajax, una delle squadre di calcio di maggior successo al mondo e Amsterdam ArenA, lo stadio più avveniristico dell’Olanda, per dimostrare il nostro impegno sostenibile nei Paesi Bassi. Lo sport è un settore molto importante per la nostra strategia di brand e abbiamo già collaborato con alcuni dei più grandi club del mondo. Questa partnership strategica contribuirà anche a sviluppare una nuova soluzione a banda larga per gli stadi nei Paesi Bassi e la nostra tecnologia innovativa garantirà esperienze nuove e migliori per tutti i tifosi e i visitatori”.