IBM presenta il sistema NeXtScale System

L’esperienza e la tecnologia dell’High Performance Computing passano dal laboratorio al data center. Tre volte il numero di core in un singolo rack da un’unità è la soluzione ideale per il cloud computing e la business analytics

IBM introduce NeXtScale System, una nuova piattaforma di calcolo flessibile, che fornisce tre volte il numero di core rispetto agli attuali server rack da un’unità, risultando così ideale per i carichi di lavoro in più rapida crescita quali social media, business analytics (analytics), technical computing e cloud.

La rapida adozione di questi carichi di lavoro e modelli di distribuzione sottopone a pressioni crescenti i data center e le aziende cercano nuove tecnologie in grado di soddisfare queste esigenze con le massime prestazioni e il minore consumo di energia, per aumentare l’efficienza e abbassare i costi. NeXtScale è l’ultima offerta che entra a far parte del portafoglio x86 (x86 portfolio) di IBM, specificamente studiato per gestire tali applicazioni con la potenza di un supercomputer in qualsiasi data center, attraverso un’architettura semplice, flessibile e aperta, in grado di supportare varie opzioni per il calcolo, lo storage e l’accelerazione dell’elaborazione grafica.

Questo nuovo sistema incorpora fino a 84 sistemi basati su x86 e 2.016 core di processore in un rack standard EIA da 19 pollici, permettendo di essere inserito facilmente in qualsiasi data center. Utilizza componenti standard del settore, incluse schede di I/O e switch di networking top-of-rack, per garantire flessibilità di scelta e facilità di adozione. IBM fornisce inoltre un potente stack di software che gira su NeXtScale, che comprende IBM General Parallel File System, GPFS Storage Server, xCAT e Platform Computing, per fornire efficaci tool di scheduling, gestione e ottimizzazione.

Leggi anche:  Business analysis e definizione dei requisiti. Come funziona il punto di vista “Future How”

Il risultato è un’architettura singola, basata su standard aperti, che fornisce prestazioni ed efficienza elevate e che è progettata per integrarsi senza soluzione di continuità con i data center, i processi esistenti e i tool x86 dei clienti. Grazie alla sua concezione, NeXtScale può aiutare le aziende a gestire meglio i budget per le attività operative e le spese di capitale, consentendo una massimizzazione della potenza di calcolo in uno spazio minimo. Grazie al form factor in rack standard e all’ampio utilizzo di componenti standard del settore, i Business Partner IBM possono ora fornire la tecnologia di high performance computing IBM a una vasta gamma di utenti.

“NeXtScale è progettato per fornire throughput e performances ed è ben posizionato per gestire carichi di lavoro di HPC, cloud computing, grid computing, anche gestiti in hosting”, spiega Kevin Rozynek, NASA Client Executive presso il Business Partner IBM Direct Systems Support. “Questo nuovo sistema fornisce ampia flessibilità in termini di configurazione e componenti, facendone una piattaforma in grado di soddisfare ogni esigenza”.

NeXtScale è ideale per:

– grandi data center che richiedono efficienza, densità, scala e scalabilità;

– infrastrutture di cloud pubblico, privato e ibrido;

– applicazioni di data analytics, come customer relationship management, ottimizzazione operativa, gestione del rischio/finanziaria e nuovi modelli di business;

– applicazioni di internet media, come giochi online e video streaming;

– imaging ad alta risoluzione per applicazioni che vanno dalla medicina alla prospezione di gas e petrolio;

– utilizzi “di reparto”, in cui una piccola soluzione può aumentare la velocità di predizione degli esiti, l’analisi tecnica e la progettazione e modellazione.

Inoltre, IBM ha presentato x3650 M4 HD, un potenziamento del suo sistema di classe x3650, dotato dell’avanzatissimo sistema RAID da 12 gigabyte e un numero di spindle del 60 per cento più elevato, per uno storage a maggiore densità e più elevate prestazioni di I/O, che risulta ideale per applicazioni quali Big Data e carichi di lavoro business-critical.

Leggi anche:  Qlik tra i leader del Magic Quadrant per Analytics e BI

IBM NeXtScale e System x3650 M4 HD sono due nuovi elementi che sottolineano un ampio aggiornamento dell’intero portafoglio di server System x a due socket, comprendenti rack e tower System x, Flex System, iDataPlex e BladeCenter. Tutte queste offerte saranno dotate della nuova famiglia di processori Intel Xeon E5-2600 v2, che offrono aumenti di prestazioni sino al 45 per cento.

“Fornendo elevata flessibilità, grandi prestazioni ed efficienza in un formato standard di settore, con un potente stack di software, NeXtScale offre alle aziende una nuova soluzione versatile per il data center, facile da acquisire e installare”, spiega Adalio Sanchez, General Manager, IBM System x. “L’introduzione di NeXtScale e delle altre offerte e potenziamenti annunciati oggi confermano il nostro costante impegno a fornire ai nostri clienti soluzioni basate su x86 di elevato valore ed elevate prestazioni”.

NeXtScale supporta i processori x86 più veloci del settore e la memoria ultra-veloce da 1866 MHz e può essere integrato nei data center o negli armadi IT di reparto, inclusi quelli funzionanti con una potenza d’ingresso di 100-127 V. NeXtScale è stato disegnato per funzionare in data center ad alte temperature (fino a 40 °C), riducendo il fabbisogno di raffreddamento e abbassando ulteriormente i costi di esercizio per gli utenti. Il concetto di Native Expansion di NeXtScale consente agli utenti di aggiungere funzionalità comune, quali storage, accelerazione grafica o co-processing al momento della spedizione o in futuro. Insieme a NeXtScale sono disponibili starter kit della nuova soluzione, che facilitano agli utenti la configurazione di molte soluzioni comuni di HPC e piccole soluzioni di cloud computing di reparto, come Ansys, MPI-BLAST e OpenStack.

NeXtScale offre ai Business Partner IBM un sistema altamente flessible, ordinabile come singoli elementi dai distributori, che consente di aggiungere componenti, servizi e supporto di elevato valore per cogliere ulteriori opportunità di business. Questa offerta di high performance computing “channel-friendly” consente ai Business Partner IBM di avvicinare nuovi clienti e di inserirsi nello spazio delle infrastrutture in più rapida crescita sul mercato x86.

Leggi anche:  L’evoluzione dell’IT tra sfide e promesse

Costruito per la flessibilità, NeXtScale può essere acquistato come nodo singolo, chassis vuoto o configurato o in rack completi, come soluzione IBM Intelligent Cluster pre-testata, fornita interamente configurata e pronta per l’uso. Con Intelligent Cluster, NeXtScale arriva alla sede del cliente completo di rack, cavi ed etichette con nomi forniti dall’utente, con IMM e indirizzi pre-programmati e con test di burn-in completati pressoché senza costi aggiuntivi. Ciò può ridurre il tempo dall’arrivo all’inizio della produzione del 75 per cento, riducendo anche sostanzialmente gli imballaggi.