L’Egitto blocca YouTube per Innocence Of Muslims

Il Governo egiziano ha deciso di bloccare per un mese YouTube perché permetteva la visione del trailer del film anti-Maometto Innocence Of Muslims

Il giudice Hassouna Tawfiq ha ordinato il blocco per un mese di YouTube, che si prepara a lanciare i canali a pagamento, perché permetteva la visione del trailer del film Innocence Of Muslims, la pellicola statunitense che ha scatenato polemiche nel mondo arabo perché descrive il profeta Maometto in modo considerato “offensivo”.

“Una scusa per bloccare il dialogo in Rete”

Gli attivisti dell’Electronic Frontier Foundation (EFF) hanno denunciato il fatto che la decisione del giudice del Cairo sia stata del tutto arbitraria. Le conoscenze di Tawfiq in campo informatico sarebbero del tutto inadeguate visto che ha deciso di oscurare l’intera piattaforma per un solo video. Inoltre, YouTube, che ha lanciato la sua app per la condivisione Capture, aveva già deciso di eliminare il filmato anche senza che gli fosse pervenuta una richiesta legalmente lecita.

L’Islam blocca YouTube

YouTube è stato bloccato in molti Paesi di religione musulmana. In Pakistan e Iran, che ha lanciato un concorrente filogovernativo della piattaforma di Google, non è possibile accedere alla piattaforma di video sharing mentre in Siria è tutta la Rete a essere bloccata.

Leggi anche:  Schneider Electric: la sede di Eurotherm è il primo edificio italiano del gruppo a Zero CO2