EMC Captiva è tre volte più veloce rispetto alla concorrenza

Uno studio di benchmarking mostra la superiorità di EMC Captiva a livello di prestazioni, scalabilità, gestibilità e modularità

EMC Corporation, leader mondiale nelle soluzioni e tecnologie per la gestione dell’infrastruttura informativa, ha ulteriormente dimostrato caratteristiche la propria leadership in termini di prestazioni, scalabilità, gestibilità e modularità della soluzione di intelligent enterprise capture EMC Captiva. In uno studio comparativo basato su prove in laboratorio, Captiva ha mostrato la sua evidente superiorità nei confronti di uno dei suoi principali concorrenti.

Obiettivo del test di benchmark la certificazione e l’analisi comparativa delle due soluzioni di acquisizione di rispondere alle necessità degli attuali ambienti IT e aziendali. Sia Captiva che la suite software concorrente sono stati installati ed implementati sullo stesso hardware in ambiente identico, ed hanno ricevuto campioni uguali di documenti – strutturati, semistrutturati e non strutturati – da processare. Entrambe le soluzioni sono state poi valutate accuratamente sulla base dei valori di prestazioni, scalabilità, gestibilità e modularità registrati.

Le componenti prese in esame per Captiva sono state EMC Captiva InputAccel 6.0.1, EMC Captiva Dispatcher 6.0.1. e EMC Captiva eInput 2.0. Questi alcuni dei principali risultati dello studio:

• Captiva ha nettamente superato il concorrente a livello di velocità di trattamento delle informazioni, efficienza, flessibilità e funzionalità offerte per ogni step del flusso di acquisizione.

• Captiva ha completato un’attività di acquisizione segmentata su zone con velocità 2,7 volte superiore rispetto al suo concorrente, mentre in termini di acquisizione full page la velocità è stata 2,6 volte superiore. Captiva ha effettuato un’estrazione segmentata 8 volte più velocemente rispetto al prodotto concorrente, mentre un’estrazione full page è stata completata con velocità 1,7 volte superiore.

Leggi anche:  PATREON, round di finanziamento Serie F di 155 milioni di dollari

• Captiva ha superato il concorrente sotto ogni aspetto relativo alla scalabilità. Utilizzare Captiva in configurazione multiserver offre agli amministratori possibilità praticamente infinite di adattare la configurazione dei server per rispondere rapidamente ad eventuali variazioni del carico di lavoro e ottimizzare così il load balancing.

• Grazie alle sue funzionalità di auto-classificazione, Captiva ha classificato i documenti con una velocità oltre 6 volte superiore rispetto al prodotto concorrente.

• Captiva ha importato immagini da una cartella di rete nel sistema di acquisizione con velocità 1,5 volte superiore rispetto alla soluzione concorrente.

• La console di amministrazione web-based di Captiva permette una gestione unificata dei server da ogni postazione.

• Captiva si basa su un’architettura client/server, moderna e multilivello, che permette di realizzare ed implementare servizi web-based all’interno di ambienti di service-oriented architecture (SOA). Questa architettura multilivello consente una più semplice implementazione e gestione di Captiva in ambienti di acquisizione distribuiti e di ampie dimensioni.

• Captiva fornisce connettori out-of-the-box che consentono un’integrazione diretta tra API e API verso numerosi sistemi di content management, tra cui EMC Documentum e Microsoft SharePoint. Captiva offre anche un SDK .NET ed un framework di Web services per realizzare un’integrazione sofisticata e personalizzata con altre applicazioni di terze parti.

“I risultati di questo studio di benchmarking evidenziano chiaramente le avanzate funzionalità di enterprise capture di EMC Captiva”, ha detto Michele Mantovani, Regional Country Manager di Information intelligence Group divisione di EMC. “L’architettura di Captiva, moderna e modulare, risponde a molte esigenze di enterprise capture con scalabilità e flessibilità che soluzioni concorrenti non offrono.

Inoltre, le tecnologie di riconoscimento intelligente dei documenti di Captiva automatizzano l’inserimento e la classificazione dei documenti, eliminando così la gran parte dei processi manuali e permettendo alle aziende di ridurre sensibilmente i costi, ridurre i tempi di processo ed eliminare i rischi.

Leggi anche:  Software AG, nuove nomine e rinnovato impegno per l’Italia