La rinascita di MySpace, iscrizioni in aumento

Internet Archive recupera le canzoni perse da MySpace

Il network nato nel 2003 è in crescita dopo anni di silenzio grazie agli altri social e alla musica

Per essere chiari: il MySpace che sta crescendo è molto diverso da quello messo in campo anni fa e acquistato nel 2005 dalla NewsCorp. di Rupert Murdoch per 580 milioni di dollari. Non si tratta più di un social network a sé ma di uno strumento dal motore social e un potente player multimediale. I concorrenti non sono Facebook e Twitter ma Spotify e Pandora. E proprio per questo il nuovo MySpace trae linfa vitale dai social network più importanti. A settembre 2011, solo qualche giorno dopo la presentazione all’evento F8 di Facebook, sono arrivati 1 milione di nuovi utenti, crescita mai vista negli ultimi, tristi, anni. MySpace gareggia tra i social musicali convito di fare molto bene anche grazie ai numerosi testimonial e a chi, come Justin Timberlake, ha investito con le proprie tasche nel progetto. Ironia della sorte Facebook, il social network che più di tutti aveva contribuito ad affossare MySpace, ne è oggi uno dei principali animatori proprio grazie alla forte integrazione tra i servizi.

A gennaio il social network creato da Tom Anderson ha raggiunto oltre 25 milioni di iscritti con un aumento del 4% rispetto a dicembre 2011. Ma la notizia è che il nuovo MySpace avrebbe più visitatori unici di Google+ e Tumblr, almeno secondo i dati di ComScore. La nuova vita e il picco di utenti deriva molto dal player musicale che permette agli iscritti di creare playlist personalizzate e condividere le canzoni via Facebook. Non si può ancora parlare di definitivo successo ma gli ingredienti per un ritorno in grande stile ci sono tutti. Di certo servirà capire come negli ultimi tempi il social network abbia perso così tanto, non solo come numero di membri ma anche come brand e valore. Dal 2008 al giugno 2011 MySpace ha cominciato a perdere sempre più utenti fino a toccare il fondo di 10 milioni in un mese. Il cambio di rotta avviene nell’estate dello stesso anno quando la NewsCorp lo vende alla Specific Media ad un prezzo di soli 35 milioni di dollari.

Leggi anche:  Miglioramento continuo: come lavoro di squadra e collaborazione contribuiscono a far sentire coinvolti i dipendenti

I nuovi proprietari hanno cercato di rivitalizzare il sito puntando proprio sul servizio con il quale era nato: la musica. Lo stesso CEO di Specific Media, Tim Vanderhook, attribuisce la crescita del sito ai servizi di musica online che integrati con i più famosi Facebook e Twitter rendono l’esperienza su MySpace decisamente piacevole. Ma non è tutto: grazie al successo degli ultimi mesi la Specific Media ha annunciato la MySpace TV, una sorta di social network televisivo che tramite un accordo con Panasonic permetterà agli utenti di commentare video muicali e show in onda sullo schermo televisivo.