Pesce d’aprile…

Lo scorso 29 marzo vi avevamo offerto la notizia di touchscreen già disponibili sul mercato, dotati di una mirabolante tecnologia inventata in Cina che avrebbe permesso di elaborare i nostri parametri vitali (codice DNA compreso) al solo tocco e grazie a un’app che avremmo reso disponibile entro il 3 aprile…

Già, però tra il 29 marzo e il 3 Aprile c’è di mezzo una data molto particolare, ovvero il Primo Aprile che è risaputo essere giorno particolare, dedicato agli scherzi e alle burle. Abbiamo voluto giocare anche noi – scusate la goliardia – e possiamo ora smentire la notizia, almeno nella sua parte principale. Non esiste nessun professor Yù Si yuè  (la cui traduzione è letteralmente pesce aprile) o in ogni caso se cifosse sarebbe una coincidenza puramente casuale. Anche se invece esiste un polimero chiamato polifenilenossido – utilizzato per fabbricare materiali molto resistenti al calore e agli agenti chimici – non esiste la sua versione ichthýs, che in greco significa pesce. Invece è vero – e intuitivamente comprensibile – che sui touchscreen si annidino moltissimi germi e batteri. E’ giusto anche il numero citato che è stato calcolato, ovvero quello di 25.127 germi per pollice quadrato. E’ poi verissimo che i touchscreen sono tantissimi e che la loro diffusione è e sarà esponenziale. Se pensiamo a quante volte ci abbia azzeccato la fantascienza – da Verne a Asimov – potrebbe essere anche probabile che l’invenzione di uno schermo che dice tutto di noi sia dietro l’angolo. E’ invece disputa sociologica quella di dire se un’invenzione di tal fatta potrebbe essere base per un’inquietante schedatura globale sullo stile di un Grande Fratello, frutto anch’esso di una mente acuta come quella di Orwell. Il martello serve per piantare chiodi, ma volendo può essere anche un’arma letale, non si deve confondere lo strumento dal suo cattivo utilizzo. Ma tant’è, il nostro obiettivo era solo di farvi fare un sorriso, speriamo di esserci riusciti. Ah, dimenticavo, ovviamente non c’è alcun app da scaricare…sarà per una prossima volta …meditiamo, Gente, meditiamo… 🙂

Non ultimi i complimenti a tutti coloro che ci hanno smascherato sui social network o, direttamente, scrivendoci delle email !

A chi si fosse risentito per l’ilarità della notizia, le nostre scuse e la promessa di tornare sin da oggi a fare i seri!

Leggi anche:  Real-time enterprise, come industrializzare i dati e l’intelligenza artificiale