CdA di Engineering approva la semestrale 2010

Valore della produzione a 359 milioni di euro (+4%) nei sei mesi Stime di fine anno: ricavi tra 730 e 760 milioni di euro, Ebitda tra 84 e 88 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Engineering Ingegneria Informatica SpA ha approvato i dati di bilancio del primo semestre 2010. Nei primi sei mesi del 2010 il valore della produzione si attesta a 359 milioni di euro, con un rialzo del 4%.

L’Ebitda al 30 giugno, pari a 38,4 milioni di euro, consente di chiudere il semestre con un Ebitda in rapporto ai ricavi netti pari all’11%, sostanzialmente in linea con i risultati del primo semestre 2009 (11,9%). Analogo l’andamento dell’Ebit pari a di 28,2 milioni di euro.

Engineering è cresciuta su tutti i segmenti di business: +2,4% system integration & consultancy, +4,6% outsourcing e +20,3% i prodotti.

Al 30 giugno 2010 gli ordinativi acquisiti ammontano a 324 milioni di euro in crescita dell’1,9% rispetto all’analogo periodo 2009 e il backlog pari a 406,6 milioni di euro segna un incremento del 5,2% rispetto al 30 giugno 2009.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2010 registra un saldo negativo di 40,7 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il dato del 31 dicembre 2009 (-38 milioni di euro). L’utile netto di periodo, pari a 13,5 milioni di euro si confronta con i 15,1 milioni di euro del primo semestre 2009.

Alla luce di questi risultati il Consiglio di Amministrazione stima per la fine dell’esercizio un rialzo della produzione, rispetto all’anno precedente, attesa tra i 730 e i 760 milioni di euro e un Ebitda compreso tra gli 84 e gli 88 milioni di euro.

Leggi anche:  Il tramonto della settimana lavorativa dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì

Infine il CdA ha provveduto ad effettuare modifiche di mero adeguamento normativo allo statuto, in ottemperanza al D. Lgs. 27/2010 e D. Lgs.39/2010.