Il Lab di Indicod-Ecr stringe nuove partnership con CKD, SmarTrack e Zucchetti

IBM, Red Hat e Adobe insieme per innovare la customer experience

Sistemi di localizzazione, “certificati di prodotto” e riconoscimento automatico del personale in transito

Il Lab di Indicod-Ecr, l’associazione italiana che raggruppa 35mila aziende industriali e distributive operanti nel settore dei beni di largo consumo e che si occupa della diffusione degli standard di identificazione e comunicazione adottati a livello mondiale, continua con successo la sperimentazione della tecnologia EPC/RFId in diversi settori, siglando tre importanti partnership con CKD, SmarTrack e Zucchetti.

CKD (Cryptography Key Databank) propone soluzioni di crittografia temporizzata e certificata centralmente, che garantiscono la veridicità dei contenuti dei documenti, permettono di verificare i luoghi e le modalità con le quali si accede a questi documenti vengono acceduti e di rendere questi dati disponibili alle imprese che hanno emesso i documenti. Nell’ambito dell’attività del Lab di Indicod-Ecr, CKD può crittografare piccoli documenti da inserire in forma digitale in RFId e/o su codice a barre bidimensionale (Datamatrix/QR) accessibili anche a terzi (consumatori) attraverso device di uso comune come gli smartphone.

Le “etichette certificate” possono contenere dati aggiuntivi oltre al codice GS1 (ad esempio, elementi di extended packaging, o codici interni per la gestione extra-logistica dei prodotti), con la garanzia che questi non possano essere né alterati né riprodotti, nemmeno su device appositamente alterati da produttori in malafede. Insieme a CKD, il Lab di Indicod-Ecr si propone anche di studiare un protocollo per la definizione dello standard dei “certificati di prodotto” e delle interfacce per il loro utilizzo.

SmarTrack fornisce consulenza di Location-Based Business & Competitive intelligence proponendo soluzioni incentrate sull’impiego della tecnologia RTLS (Real Time Localization System), che consentono di misurare come i consumatori (ad esempio i clienti di un centro commerciale) interagiscono con l’ambiente circostante (prodotti, personale, stand, scaffali), per studiarne il processo di visita e acquisto.

Leggi anche:  Indra: 15 anni nell'Indice di Sostenibilità Dow Jones

La partnership del Lab con SmarTrack consente di sfruttare in modo sinergico le competenze tecnologiche e le esperienze presenti da entrambe le parti.

Zucchetti propone soluzioni software, hardware e servizi studiati per soddisfare le specifiche esigenze del cliente.

«L’accordo con il Lab di Indicod-Ecr – ha dichiarato Domenico Uggeri, Vicepresidente Zucchetti – è nato dalla volontà di abbinare le competenze maturate dall’associazione in ambito RFId con la grande esperienza acquisita da Zucchetti su questa tecnologia per promuoverne l’utilizzo all’interno delle imprese. Come Zucchetti, infatti, abbiamo investito molto negli ultimi anni per produrre soluzioni all’avanguardia in ambito sicurezza e automazione che possano migliorare i processi delle aziende italiane e renderle più competitive sul mercato.

Per dare un’idea dei progetti innovativi che Zucchetti ha realizzato attraverso l’utilizzo della tecnologia RFId, presso il Lab di Indicod-Ecr sarà esposto il nostro sistema per il riconoscimento automatico del personale in transito e dei relativi dispositivi di protezione individuale (DPI):si tratta di una struttura autoportante in metallo e plastica comprensiva dei sistemi hardware e software per la gestione degli accessi; il tutto prodotto da Zucchetti in totale autonomia affinché il cliente finale abbia un unico fornitore con il quale interfacciarsi».