I MANAGED SERVICES “ALL-INCLUSIVE” DI RICOH


Ricoh diventa l’unico punto di contatto per la fornitura e la gestione dell’infrastruttura IT. Riduzione dei costi e maggiore continuità operativa sono alcuni dei principali vantaggi

 

Il mercato dei servizi IT torna a crescere: secondo Gartner dopo un calo del 5,1% registrato nel 2009, la spesa complessiva per gli IT Services ha raggiunto nel 2010 una quota di 793 miliardi di dollari (+3,1%). A trainare lo sviluppo del comparto è in particolare la componente dei Managed Services (servizi gestiti) che consentono alle aziende di liberarsi della gestione dell’infrastruttura IT riducendo allo stesso tempo le spese operative. Sempre secondo Gartner la crescita del Managed Services si attesterà nei prossimi mesi intorno al 25%, tra i principali driver vi sono appunto la necessità di ridurre i costi e di aumentare l’efficienza e la disponibilità dei sistemi IT.

 

Un IT manager virtuale

Per consentire alle aziende di ottenere i benefici appena citati, Ricoh (www.ricoh.it) propone i Managed Services, un insieme di servizi che portano a una significativa riduzione dei costi e che sollevano l’azienda cliente da tutti gli oneri per la gestione dell’infrastruttura IT. Mediante un help desk che opera secondo i più elevati standard di servizio, Ricoh diventa infatti l’unico punto di contatto per le attività di assistenza tecnica, di manutenzione e di supporto. Questi servizi sono erogati in modalità pay-per-use e non comportano un investimento economico. Tutti i Managed Services hanno inizio con una consulenza in cui viene analizzata la situazione “as is” per identificare il total cost of ownership e le aree che possono essere migliorate. Sulla base dei risultati emersi dall’analisi viene progettata un’infrastruttura tecnologica personalizzata, ottimizzata dal punto di vista dei costi e in grado di rispondere alle effettive esigenze.

Leggi anche:  LinkedIn: nuove funzioni per le persone in cerca di lavoro, freelance e PMI

L’offerta di Ricoh include soluzioni e servizi, come per esempio il Pay Per Page Green che migliorano la gestione dei processi di stampa e della gestione del parco macchine. Con i Managed Document Services si ottimizza la gestione dei documenti e dei workflow elettronici, grazie per esempio ad applicazioni per la distribuzione dei documenti, l’automazione dei processi, l’archiviazione digitale e la conservazione sostitutiva. Alle soluzioni per gli uffici, si aggiungono i sistemi per il Production Printing per la produzione documentale nei centri stampa aziendali. Con gli IT Services si va oltre la gestione dei documenti e delle informazioni, per includere altri asset IT tra cui Pc, server e software di base.

L’infrastruttura tecnologica viene costantemente monitorata a garanzia di ottimizzazione e miglioramento continui.

«L’approccio descritto – spiega Massimiliano Barberis, consulting operation manager di Ricoh Italia – garantisce alle aziende vantaggi economici, ambientali e organizzativi. I vantaggi economici derivano tra l’altro dalla riduzione e certezza dei costi (anche grazie al modello pay-per-use), dal fatto che non vi sia alcun investimento tecnologico iniziale e dall’eliminazione dei costi di integrazione dei differenti asset IT, dal momento che il fornitore è unico. Il rinnovamento e la razionalizzazione dell’infrastruttura tecnologica e l’utilizzo di sistemi efficienti dal punto di vista energetico garantiscono invece vantaggi ambientali, riducendo le emissioni di CO2. Per quanto riguarda i vantaggi organizzativi, grazie all’innovazione tecnologica, alla maggiore disponibilità dei sistemi e al reporting continuo, aumentano l’efficienza globale dell’azienda e la produttività degli utenti».

«I vantaggi – prosegue Barberis – sono notevoli anche per il reparto IT che è sollevato da tutti gli oneri gestionali che sono a carico del fornitore. Inoltre tutti gli ambiti applicativi descritti possono essere gestiti in outsourcing con personale Ricoh che si occupa del presidio quotidiano delle tecnologie e dell’erogazione di servizi, quali per esempio la dematerializzazione e l’archiviazione digitale dei documenti cartacei oppure la gestione delle attività del centro stampa e dell’ufficio posta. I Managed Services sono ideali sia per le aziende di grandi dimensioni, che possono dedicare le risorse IT a progetti a valore aggiunto e a supporto del core business, sia per le piccole aziende. Molte di queste non hanno al proprio interno un reparto che possa occuparsi del presidio quotidiano delle tecnologie. Ricoh diventa l’IT manager virtuale garantendo efficienza infrastrutturale e mettendo a disposizione skill e competenze che spesso per queste aziende non è semplice creare al proprio interno».

Leggi anche:  Il Gruppo Lutech è partner per l’Italia di Stibo Systems

Massimiliano Barberis, consulting operation manager di Ricoh Italia