UNA “VESPA” PER NETAPP

Il nuovo FAS2240 consente anche alle piccole e medie imprese di muoversi agilmente nel traffico sempre più caotico dei dati

di Giuditta Fiorio

 

Per caratterizzare il suo nuovo FAS2240 (Fabric Attached Storage) il top management internazionale di NetApp (www.netapp.com/it) ha scelto il termine Vespa, in grado di evocare nell’immaginario collettivo l’idea di agilità grazie alla grande notorietà dell’omonimo scooter e a un film celeberrimo. «Siamo orgogliosi di questo omaggio tributato alla creatività italiana – ha commentato Antonia Figini, country manager di NetApp Italia -, ma soprattutto siamo convinti che non si tratti solo di uno slogan: la nuova soluzione, infatti, ha molti punti in comune con la Vespa, perché permette a tutti, non solo alle grandi organizzazioni, di muoversi con agilità nel traffico sempre più caotico dei dati aziendali». Sono soprattutto le piccole e medie imprese a essere sotto pressione: tenere il passo con i cambiamenti e le evoluzioni del mercato e fare di più con meno risorse non è facile. Molte di queste realtà hanno fatto un ricorso massiccio alla virtualizzazione per consolidare la propria infrastruttura IT, massimizzare le risorse esistenti e ottimizzare così i costi; spesso, però, utilizzano applicazioni obsolete, mentre il volume dei dati da gestire continua a crescere a ritmi vertiginosi.

«Con la gamma entry level FAS2000, e soprattutto con l’ultimo nato FAS2240, che arriva fino a 432 Tb di capacità, rendiamo disponibile alle Pmi, a un costo estremamente competitivo, una piattaforma che non ha nulla da invidiare a quelle di fascia più alta, affinché anche le aziende di dimensioni minori non debbano più scendere a compromessi tra il budget disponibile e il livello tecnologico auspicato», spiega Figini. Il nuovo NetApp FAS2240, come del resto l’intera gamma FAS2000, integra infatti Data Ontap 8.1, la versione più recente del sistema operativo proprietario di NetApp, rendendo disponibile una piattaforma unificata, scalabile, in grado di supportare carichi di lavoro intensivi e di offrire la flessibilità necessaria per soddisfare requisiti di business in continua crescita. Figini si sofferma anche sulla semplicità di implementazione e gestione. «Il tool di gestione OnCommandSystem Manager 2.0 fornito insieme al sistema – dice – è progettato per consentire anche a risorse con competenze IT generiche di semplificare, controllare e automatizzare la configurazione e la gestione dello storage». Un ulteriore punto di forza è rappresentato dalla scalabilità, dato che la gamma FAS2000 può scalare verso l’alto senza bisogno di sostituzioni integrali, poiché l’intelligenza che la governa è comune a tutti i prodotti NetApp. Il nuovo FAS2240, insomma, ha tutte le carte in regola per trovare ampia diffusione, soprattutto nel nostro Paese, dove il tessuto economico è ricco di piccole e medie imprese, grazie anche al supporto del canale, facilitato nella proposizione da una serie di bundle predefiniti, anch’essi disegnati intorno alle specifiche esigenze delle Pmi.

Leggi anche:  Un nuovo modo di fare turismo